L'estate fa male al cellulare

L’estate è un killer per i telefonini, pare che nella "bella" stagione aumentino di molto le richieste di riparazione degli apparecchi telefonici cellulari. Uno studio condotto da CPP Italia, una società assicurativa, rileva che d’estate avviene il 75% delle riparazioni di telefonini

 

La spiegazione è da ricercare nella maggior disattenzione "riservata" al prezioso accessorio dovuta al cambiamento di abitudini che espone il mezzo di comunicazione alle alte temperature, "dimenticato" in auto, oppure all’umidità di mani bagnate che rispondono al volo ad una chiamata interrompendo il bagno nel mare, piuttosto che ai danni provocati dalla sabbia oppure dai contraccolpi dovuti all’aumento delle attività sportive.

 

Così viene spiegato il trend che mostra come il 30% delle riparazioni siano effettuate tra Giugno e Agosto e il 45% tra Settembre e Ottobre.

 

Stilata anche una classifica dei guasti più frequenti che vede al 1° posto il software, frequenza del 33% e, subito dietro, la rottura o la cattiva visualizzazione del display, 30% dei casi.

Seguono i guasti della tastiera, con il 10%, a microfono e auricolare, 9% dei casi, all’hardware nel 6%, e poi alla batteria, per ossidamento da liquidi.

 

Quindi un po’ di attenzione in più e qualche cautela come l’utilizzo di custodie, meglio se rigide, potrebbe agevolare una maggior durata dell’apparecchio che poi se, almeno in vacanza, venisse tralasciato per qualche ora, ben protetto in un cassetto a casa, forse ne gioverebbe la sua "incolumità" e la nostra tranquillità… ( Fonte: milanoweb.com )

Autore: Max Marinelli

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog