L'attenzione è potere

Oggi per avere successo non basta che un oggetto funzioni: deve funzionare molto bene e guadagnarsi costantemente il nostro interesse. Come fanno Google e le celebrità. Parla Kevin Kelly.

 

Le nuove regole per la new economy possono essere riassunte con una formula: dove c'è attenzione c'è denaro. È l'attenzione a fare la differenza. I beni di lusso restano tali per un breve periodo di tempo. Appena vengono contraffatti sono alla portata di tutti. Le cose più prestigiose non solo attirano l'attenzione, ma la mantengono viva.

Ci sono molti modi per farlo: potete essere originali, premurosi, affascinanti, affidabili, sinceri. E mille altre cose ancora. Dovete convertire l'attenzione in denaro. Ma non è quello che fanno le celebrità o i self-promoter senza scrupoli? È vero, ma è anche quello che fanno Google, Genentech e altre aziende che forniscono prodotti molto utili. Anche i loro concorrenti lo fanno. Lo facciamo tutti. Inventare qualcosa e renderlo disponibile con un clic è sempre più facile. Ovunque spuntano catene commerciali piene di piccoli oggetti tecnologici e internet trabocca di siti più o meno utili.

In questa crescente marea di occasioni, i prodotti sono diventati un rumore di fondo a cui è impossibile sfuggire. Immaginate un mondo con milioni di piccoli robot di forme diverse, tutti disposti ad aiutarci. Ci siamo quasi.

Prestare attenzione a tutte le cose interessanti che ci sono in circolazione è impossibile. Ci sono troppi film, canzoni, oggetti e siti interessanti. Dimenticate i prodotti di massa e gli oggetti acclamati dalla critica che per voi non significano nulla. Concentratevi sulle cose che vi colpiscono. Ce ne sono molte. Ci sono band, libri e oggetti pensati apposta per voi.

Lo standard è l'eccellenza

Tutto ciò che non funziona o non serve è automaticamente eliminato dal sistema. Ma oggi, per avere successo, non basta che un oggetto funzioni: deve essere molto utile e funzionare molto bene.

Potrei quasi dire che lo standard minimo è diventato l'eccellenza. Per durare nel tempo, un prodotto deve attirare continuamente la nostra attenzione. Se ci riesce, arrivano anche i profitti. Il denaro è un modo per manifestare la nostra attenzione. Se continuiamo a usare il prodotto significa che ci interessa molto e se lo raccomandiamo ai nostri amici vuol dire che merita davvero la nostra attenzione.

Ok, ho creato qualcosa che merita attenzione. Dove sono i miei soldi? Sempre più spesso arrivano indirettamente. Un esempio è il contributo degli inserzionisti.

Un altro modo intelligente per attirare attenzione è la gratuità. Come dimostra l'analisi dei quattro tipi di gratuità di Chris Anderson, ovunque c'è un prodotto gratuito si chiede in cambio attenzione. Senza un ritorno di interesse verso il produttore, la gratuità non avrebbe senso.

I modi per trasformare l'attenzione in denaro non sono nuovi. Oltre al classico acquisto in contanti, ci sono le sottoscrizioni, i club, il modello freemium, il due per tre, i discount e tutti i trucchi del commercio. Il legame tra attenzione e denaro è sicuro e affidabile. Gli inventori di Google hanno guadagnato miliardi perché hanno offerto un servizio che le persone desideravano (il minimo necessario per un prodotto), e hanno mantenuto vivo l'interesse perché il risultato è decisamente superiore alla media.

All'inizio non sapevano in che modo ne avrebbero tratto dei profitti, ma sapevano che avrebbe funzionato. Facebook, Myspace, Netflix e centinaia di altre startup lavorano sullo stesso principio. In questo momento l'attenzione dei lettori si è spostata dalla carta stampata ai blog.

Sono certo che i soldi seguiranno lo stesso percorso. Riuscire ad attirare l'attenzione per un po' è un gioco da ragazzi, il problema è mantenerla viva. La sfida per una band non è essere scoperta ma rimanere sulla cresta dell'onda.

La sfida per un sito non è avere un improvviso picco di visitatori, ma fare in modo che tornino. La scommessa per chi progetta un nuovo prodotto non è trovare qualcuno che lo compri ma che lo usi tutti i giorni.

Se state esplorando nuove idee in campi considerati marginali, fidatevi: l'attenzione genera denaro. ( Fonte: Internazionale)

Autore: Kevin Kelly

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog