L'appello di Giscard d'Estaing: "Non vendete l'Italia e il suo patrimonio"

http://www.adnkronos.com/IGN/Assets/Imgs/P/pompei_scavi_web--400x300.jpg'' Non vendete l'Italia e il suo patrimonio, L'Italia è di tutti gli italiani, oltre ad essere la culla della civiltà occidentale. Il suo immenso patrimonio va gestito e conservato nel modo corretto e non disperso. Un'oculata gestione potrebbe, persino, sanare il debito pubblico''. E' quanto ha affermato all'ADNKRONOS l'ex presidente della Repubblica francese Valery Giscard d'Estaing, che martedì prossimo sarà a Roma, in qualità di presidente onorario della neonata Fondazione Tebe, che ha come obiettivo la tutela dei lasciti e dei patrimoni.

Già quattro anni fa Valery Giscard d'Estaing aveva preso posizione contro la chiusura dell'Ospedale San Giacomo di Roma, giudicandolo '' un atto scandaloso''. A Roma, a Palazzo Sacchetti (Salone del Mappamondo, ore 14.30) presiederà, dunque, la presentazione del Comitato Tebe, fondato da Oliva Salviati, accanto a Salvatore Settis, archeologo, storico dell'arte e giurista, al critico d'arte Achille Bonito Oliva, a Emanuele Conte e Saverio Simi de Burgis.

Nel pieno di una crisi economica mondiale, il Comitato intende sensibilizzare l'opinione pubblica sul patrimonio come bene comune e lanciare un allarme. La crisi spinge verso l'alienazione di beni ma i cambi di destinazione d'uso e le eventuali vendite di palazzi e tenute di straordinario valore, cambierebbero anche il dna del nostro paese. Una preoccupazione, particolarmente sentita anche all'estero, come testimonia la presenza nella capitale di Giscard d'Estaing.

Fonte: http://www.adnkronos.com/IGN/News/Spettacolo/Lappello-di-Giscard-dEstaing-Non-vendete-lItalia-e-il-suo-patrimonio_313927137808.html

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog