L'ambiente? Business criminale

http://www.ilfuturista.it/images/resized/images/stories/politica3/ecomafia_200_200.jpg19,3 miliardi di euro è il giro d'affari sul traffico illecito di rifiuti secondo le stime effettuate per il 2010, sui cui marcia la malavita. A tanto ammonta il business che tra Calabria, Sicilia e Puglia si aggiudica anche il 45 % dei reati ambientali consumati solo nel 2010. «Come un virus, con diverse modalità di trasmissione e una micidiale capacità di contagio. Questa l’immagine dell’ecomafia che emerge dal rapporto 2001 – dichiara Enrico Fontana responsabile dell'Osservatorio Ambiente e legalità di Legambiente. Un virus che avvelena l’ambiente, inquina l’economia, mette in pericolo la salute delle persone; che ha un sistema genetico locale e una straordinaria capacità di connessione su scala globale:

 

può nascere, infatti, in provincia di Caserta o di Reggio Calabria e riprodursi a Milano, entrare in simbiosi con altre cellule in altre città europee, saldare il suo Dna con ceppi lontani, fino a Hong Kong. I fenomeni di criminalità ambientale continuano a diffondersi senza incontrare adeguate resistenze, determinando impressionanti sottrazioni di risorse naturali e gravi distorsioni dell’economia, con significativi contraccolpi sulle possibilità di crescita per le imprese virtuose. Eppure, nonostante i ripetuti allarmi, poco o nulla è stato fatto sul versante della prevenzione e degli strumenti indispensabili per prosciugare il “brodo di cultura” del virus eco mafioso, che così continua a diffondersi e moltiplicarsi approfittando di gravi sottovalutazioni, molte complicità e troppi silenzi». 290 clan impegnati nel business, e le cifre si moltiplicano all'infinito, se consideriamo che l'abusivismo edilizio arriva a 26.500 nuovi immobili stimati, che le le tonnellate di rifiuti pericolosi sequestrati arriva a 2 milioni di tonnellate e che le forze dell'ordine solo per il 2010 hanno accertato circa 6.000 illeciti relativi al ciclo dei rifiuti.

 

Ma l'ecomafia non è solo un aspetto legato agli ambienti criminali, il business tocca anche il mondo dei colletti bianchi. Professionisti, imprenditori e politici rimangono spesso aggrovigliati alla stessa rete di relazioni. Rapporti di potere che creano un fitto sistema di copertura e collusione che rende questo sistema criminale, molto spesso difficile da stanare. ( Fonte: www.ilfuturista.it)

 

Manuela Caserta

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog