Italia : prezzi della benzina gonfiati, indagini su 7 compagnie petrolifere

http://italian.irib.ir/media/k2/items/cache/3cab5457d60e3bbcbbfc55cc9c98ac94_XL.jpgAttraverso una serie di manovre speculative, avrebbero gonfiato i prezzi della benzina in Italia portandoli al livello più alto in Europa: al termine di un anno d'indagine la Guardia di Finanza e la procura di Varese chiudono l'inchiesta sulle compagnie petrolifere aperta dopo un esposto del Codacons in cui si chiedeva di verificare se fossero state compiute operazioni illecite, da parte delle società, nel meccanismo di formazione del prezzo dei carburanti.

Inquirenti e investigatori chiamano in causa Shell Italia, Tamoil Italia, Eni, Esso, Totalerg, Kuwait Petroleum Italia e Api: nei loro confronti vengono ipotizzati i reati di rialzo e ribasso fraudolento dei prezzi sul mercato, manovre speculative su merci e truffa. Secondo Rainews24, le compagnie avrebbero "compiuto manovre speculative e posto in essere artifici e raggiri consistenti nell'aver volontariamente livellato, concordandoli salvo modesti scostamenti, i prezzi dei prodotti petroliferi alla pompa, in modo da minimizzare le possibilità di minor guadagno derivanti dall'applicazione dei principi della concorrenza sul mercato nazionale, quindi con danno economico di un numero indistinto e indeterminabile di fruitori del servizio, indotti in errore, ma in ogni caso privi di reale possibilità contrattuale nella considerazione che le principali compagnie petrolifere agiscono in regime di oligopolio". Accuse respinte dall'Unione petrolifera che in una nota sottolinea come dal provvedimento del Gip di Varese "emergerebbero semplici ipotesi investigative che dovranno essere verificate", e dunque "allo stato ogni affermazione in merito alla presunta esistenza di reati accertati e del tutto infondata".

Fonte: http://italian.irib.ir/featured/item/123660-italia-prezzi-della-benzina-gonfiati,-indagini-su-7-compagnie-petrolifere

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog