" Inserire negli statuti comunali il diritto di accesso alla rete Internet". La proposta di Giuseppe Cremonesi

Seguendo l'esperienza del Comune di Venezia ( potete trovare il riferimento sulla mia bacheca Facebook)  e la proposta di modifica della costituzione avanzata dal Prof. Rodotà, invito tutti gli amministratori pubblici del lodigiano ad inserire nello statuto del proprio Comune il seguente articolo.

Nei prossimi giorni  avvierò una raccolta di adesioni on.line a sostegno di questa proposta da inviare a tutti i Sindaci del territorio.

 

 Il Comune di ....... considera la rete internet un’infrastruttura essenziale per l’esercizio dei diritti di cittadinanza; concorre a garantire ai cittadini e a chi visita la città l’accesso alla rete internet in condizione di parità, con modalità tecnologicamente adeguate e a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale; adotta procedure atte a favorire la partecipazione dei cittadini all’azione politica e amministrativa tramite la rete internet, tenendo conto della varietà delle caratteristiche personali, sociali e culturali e si adopera per favorire la crescita della cultura digitale con particolare riguardo alle categorie a rischio di esclusione.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog