Imu. Pagavi 500, pagherai 1500. Milano, Roma, Torino, Genova, Lecce

http://assicuri.com/files/2011/12/tassa_imu.gifCittà per città varia il meccanismo di calcolo dell’Imu, la vecchia Ici. Con l’aiuto delle tabelle del Sole 24 Ore vediamo il dettaglio delle previsioni di spesa per il contribuente, a seconda se l’imponibile riguardi l’abitazione principale, casa in affitto, casa vuota, negozio, ufficio. In attesa che i Comuni decidano l’aliquota nella sua porzione variabile rispetto a quella fissata dal governo (sulla prima casa, diciamo tra il 4 e il 7 per mille, sulla seconda fino al 10,7 per mille). Diciamo che l’Imu sulla prima casa sarà piu’leggera dell’Ici, almeno per quasi tutte le famiglie con figli a carico. In termini assoluti, invece, l’Imu pesera’ mediamente di più sulle tasche dei proprietari di prima casa residenti a Roma(+397 euro), a Bologna (+345) e a Bari (+297).

Nel dettaglio prendiamo in esame i casi di Milano, Torino, Bologna, Firenze, Roma, Genova, Lecce e facciamo il confronto con la vecchia Ici, con le detrazioni previste già calcolate. Fattore decisivo, nella diversa imposizione fiscale, è dato dai bilanci comunali e in certi casi dalle imminenti elezioni amministrative. La prima casa presa ad esempio è un immobile di 100 mq (classe media categoria  A/3 zona semicentrale), negozi di 100 mq (categoria C/1 periferico), uffici di 250 mq (classe media categoria A/10).

Milano. La città deve recuperare 600 milioni di euro, ha lasciato invariata l’addizionale Irpef e l’aliquta al 4 per mille sulla prima casa, si rifarà sulle seconde case, con un’aliquota che arriverà al 9,6% (il governo l’ha fissata a 7,6). Misure di favore ci saranno solo per affitti e canoni concordati. Prima casa 352 euro. La casa in affitto 1325 euro, rispetto a 431 del 2011, un aumento del 207%. Casa vuota 1325 euro, rispetto a 879 del 2011, un aumento del 50,8%. Negozio 1128 euro, rispetto a 363 del 2011, un aumento del 210,6%. L’ufficio 9595 euro, rispetto a 3123 del 2011, un aumento del 207,2%.

Torino. Incrementi anche per la prima casa con il 5 per mille. Seconde al 9,6. Il Comune sta studiando una distinzione per gli affitti di artigiani (4,6 per mille) e di banche e assicurazioni (10,6) come per l’Irap, ma deve essere confermata. Prima casa 593 euro. La casa in affitto 1523 euro, rispetto a 595 del 2011, un aumento del 156%. Casa vuota 1523 euro, rispetto a 1407 del 2011, un aumento dell’8%. Negozio 1002 euro, rispetto a 387 del 2011, un aumento del 158%. L’ufficio 7346 euro, rispetto a 2869 del 2011, un aumento del 156%.

Bologna. Prima casa 676 euro. La casa in affitto 2321 euro, rispetto a 958 del 2011, un aumento del 142%. Casa vuota 2321 euro, rispetto a 1942 del 2011, un aumento del 19%. Negozio 3568 euro, rispetto a 1456 del 2011, un aumento del 145%. L’ufficio 5959 euro, rispetto a 2459 del 2011, un aumento del 142,3%.

Firenze. Prima casa 403 euro. La casa in affitto 1448 euro, rispetto a 660 del 2011, un aumento del 119,4%. Casa vuota 1600 euro, rispetto a 1337 del 2011, un aumento del 19,6%. Negozio 2390 euro, rispetto a 1077 del 2011, un aumento del 122%. L’ufficio 5547 euro, rispetto a 2528 del 2011, un aumento del 119,4%.

Roma. Urgenti misure di rientro fanno propendere per un’aliquota sulla prima casa del 6 per mille. Nel 2013 partirà anche l’Imu sugli immobili ecclesiastici, concentrati in prevalenza nella Capitale. Prima casa  814 euro. La casa in affitto 1793 euro, rispetto a 1605 del 2011, un aumento del 142%. Casa vuota 1792 euro, rispetto a 1605 del 2011, un aumento dell’11,7%. Negozio 2614 euro, rispetto a 1067 del 2011, un aumento del 145%. L’ufficio 10319 euro, rispetto a 4259 del 2011, un aumento del 142%.

Genova. Prima casa  372 euro. La casa in affitto 1230 euro, rispetto a 628 del 2011, un aumento del 96,6%. Casa vuota 1230 euro, rispetto a 1268 del 2011, diminuzione del 3%. Negozio euro, rispetto a 1077 del 2011, un aumento del 122%. L’ufficio 5547 euro, rispetto a 2528 del 2011, un aumento del 119,4%.

Lecce. Prima casa  112 euro. La casa in affitto 593 euro, rispetto a 268 del 2011, un aumento del 121%. Casa vuota 593 euro, rispetto a 521 del 2011, un aumento del 13,8%. Negozio 570 euro, rispetto a 255 del 2011, un aumento del 123%. L’ufficio 2373 euro, rispetto a 2528 del 2011, un aumento del 1073%. ( Fonte: www.blitzquotidiano.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog