Il giorno della rivoluzione economica di Cantona: “Via i soldi dalle banche”

È il giorno della rivoluzione, quella promossa dall’ex stella del calcio, il francese Eric Cantona, che ha lanciato la sua personale sfida al sistema bancario. “La rivoluzione si fa attraverso le banche – aveva detto l’ex vulcanico attaccante del Manchester United, a ottobre, nel corso di un’intervista – Se 20 milioni di risparmiatori ritirassero contemporaneamente i loro soldi dai conti correnti, il sistema crollerebbe su se stesso”.

Così Cantona aveva dato appuntamento ai suoi adepti al 7 dicembre (non un numero a caso: 7 era il numero della maglia che indossava da calciatore) per ritirare tutti i soldi depositati nei conti correnti bancari. La sua proposta ha fatto il giro del Web raccogliendo migliaia di adesioni.

In Belgio è stato creato un sito Internet, bankrun2010 (bank run, corsa i depositi bancari) in sette lingue per diffondere l’informazione; su Facebook un gruppo a sostegno della proposta di Cantona ha raccolto oltre 50mila adesioni; su Twitter scorre un flusso continuo di commenti positivi alla proposta di Cantona, in tutte le lingue.

Un’iniziativa che sembra preoccupare e non poco le banche: “Quest’azione può destabilizzare il già fragile sistema finanziario”, ha commentato Michel Vermaerke, uno dei responsabili di Febelfin, la federazione belga del settore finanziario. In campo è sceso il ministro del Bilancio francese, François Baroin. L’appello di Cantona è “grottesco” e “poco serio”. Gli fa eco la collega Christine Lagarde, ministro delle Finanzae. “A ciascuno il suo mestiere. C’è chi gioca a calcio benissimo, io non mi azzarderei mai. Ognuno dovrebbe parlare a seconda delle proprie competenze”.

La moglie di Eric Cantona ha però girato una pubblicità per una banca. Lo ricorda Roselyne Bachelot, ministro francese della Solidarietà: ”Ritengo – dice – che bisognerebbe avere un po’ piu’ di senso di responsabilità nella vita quando si è proprio uno dei simboli della società dei consumi”. La bellissima moglie dell’ex attaccante del Manchester, Rachida Brakni, è infatti stata protagonista di una pubblicità per il Credit Lyonnais, come ricorda la ministro.

”Eric Cantona – rincara la Bachelot ai microfoni di France Info – ha fatto pubblicità per automobili, rasoi. Sua moglie fa pubblicità per un sistema bancario”. La Bachelot invita quindi Cantona a ”un po’ di senso di responsabilità”, sottolineando che il suo appello a ritirare nella giornata di oggi i soldi dalle banche penalizzerebbe ”i francesi dal reddito più modesto”. ( Fonte: www.blitzquotidiano.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog