Il boom del cibo " locale"

Più di 3 miliardi di euro sono stati spesi dagli italiani in un anno per gli acquisti di prodotti del territorio, cosiddetti 'a km 0', che per essere sempre più fruibili ai consumatori saranno distribuiti anche attraverso macchine self-service che riforniranno di latte fresco alla spina, come di formaggi e salumi tipici e altre leccornie locali.

Lo annuncia Coldiretti, nell'ambito del Festival Internazionale dell'Ambiente organizzato insieme a Symbola - Fondazione per le Qualità Italiane. Il distributore - già ribattezzato 'bancomat del km zerò - è stato presentato al Festival, assieme alle nuove proposte per l'estate di gelato 'a km 0', dal gusto polenta a quello di melone mantovano o mascarpone di Lodi. Il progetto 'km 0' - afferma Coldiretti - tagliando le intermediazioni, consente un risparmio medio del 30% e riduce le distanze che deve percorrere il cibo con mezzi spesso inquinanti prima di giungere a tavola.

«La spesa a chilometri zero è una opportunità per il Paese, con un aumento della concorrenza che va a beneficio delle imprese agricole e dei consumatori, che possono così garantirsi acquisti sicuri e di qualità al giusto prezzo» - afferma il presidente di Coldiretti Sergio Marini.

«I cambiamenti del clima si possono combattere anche nel piatto. E oltre all' ambiente si fa del bene alla tavola e anche al portafoglio» - afferma Ermete Realacci presidente di Symbola nel sottolineare che «sono queste le ragioni dietro alla proposta di legge sul Km zero che ho presentato alla Camera dei deputati, per incoraggiare l'acquisto e la coltivazione di alimenti prodotti nell'ambito locale in cui devono essere consumati». ( Fonte: leggo.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog