Il bar delle grandi speranze

http://ecx.images-amazon.com/images/I/41jkOGXPSkL._.jpgFiglio unico di madre single, J.R. cresce ascoltando alla radio la voce del padre, un dj di New York che ha preso il Volo prima che lui dicesse la sua prima parola. Poi anche quella voce scompare. Sarà il bar di quartiere, con l'umanità varia che lo popola, a crescerlo e farne un uomo. Appassionata e malinconicamente divertente, una grande storia di formazione e riscatto, di turbolento amore tra una madre e il suo unico figlio, ma anche l'avvincente racconto della lotta di un ragazzo per diventare uomo e un indimenticabile ritratto di come gli uomini rimangano, nel fondo del loro cuore, dei ragazzi perduti.
Ho acquistato questo libro perchè consigliato da un'amica di mia figlia, l'argomento è interessante quando l'autore parla della sua situazione in famiglia, dei suoi sentimenti verso la madre e l'intenso desiderio di conoscere il padre, di averlo vicino e partecipe della sua vita. Il bar comunque, in mancanza del padre, è senz'altro il protagonista al quale viene affidata la formazione del ragazzo ma a volte l'autore si dilunga troppo nel descrivere gli avvenimenti che avvengono in esso anche se gli spunti sono piacevoli e vivaci. Nel complesso un libro da leggere per conoscere uno scrittore che sa descrivere i sentimenti suoi e di quelli che lo attorniano. La fine sembra invece superficiale e frettolosa.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog