Gran Bretagna: fame in crescita, a rischio gli standard internazionali

http://www.valori.it/immagini_articoli/201302/poverty_uk_sterline.jpgLa denuncia arriva come una stilettata nel cuore del regno di Sua Maestà: secondo un monitoraggio sulla crescente povertà alimentare svolto da un consorzio di associazioni di volontariato e assistenza (le cosiddette charities) britanniche, il Paese rischierebbe una indagine formale delle Nazioni Unite per il mancato rispetto degli standard internazionali richiesti. L’esplosione di povertà e di fame diffuse starebbero infatti rendendo difficile far fronte ai propri obblighi internazionali in materia di diritti umani verso i cittadini più vulnerabili. Non una violazione da poco per Il Regno Unito, firmatario della convenzione ONU sui diritti economici e sociali, che stabilisce livelli minimi di accesso a cibo, vestiario e alloggio.

Secondo il consorzio che riunisce una settantina di associazioni (tra cui Crisis, Citizens Advice Bureau, Age UK, Disability Rights Alliance e Child Poverty Action Group) le principali cause di un tale precipitare della situazione sarebbero le politiche di austerity e i conseguenti tagli ai servizi sociali. Di certo sono già centinaia di migliaia le famiglie a basso reddito del Regno Unito che non possono permettersi di mangiare regolarmente, e prove della gravità del momento sarebbero sia l'aumento enorme dei banchi alimentari di emergenza evidenziato negli ultimi due anni, sia il fenomeno diffuso di bambini che arrivano a scuola affamati, provenienti da quelle famiglie più povere costrette a compiere una scelta finanziaria tra cibo e riscaldamento.

La previsione va tuttavia verso un peggioramento. Ad aprile entreranno in vigore ulteriori riforme del welfare, con una combinazione negativa tra riduzione delle indennità per l’abbassamento dei limiti complessivi dei benefici esigibili e tagli ai crediti d'imposta e ad altri benefici fiscali.

Autore: Corrado Fontana

Fonte: www.valori.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog