Gli italiani non rinunciano alle griffe

Anche in tempi di crisi, gli italiani non rinunciano alle grandi firme. E' il quadro che emerge da 2 indagini condotte dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza, in collaborazione con Digicamere, su 600 imprese e 380 persone residenti in Italia.

 

Secondo la ricerca, quasi 7 italiani su 10 sono disposti ad aumentare il budget di spesa per aggiudicarsi un prodotto griffato, e alcune famiglie italiane potrebbero spendere in media 400 euro in più all'anno per un abito, un accessorio o un prodotto d'arredamento di design.

 

Addirittura, la metà del campione è disposta a spendere fino al 30% in più per un prodotto griffato e il 3% lo pagherebbe più del doppio del suo prezzo. Per il 23,8% degli italiani il design è un fattore molto importante, mentre per il 39,5% è un elemento abbastanza rilevante.

Tra gli oggetti preferiti compaiono al primo posto gli articoli di moda, graditi al 32,7% del campione, poi gli accessori (25,4%) e infine mobili e complementi d'arredo (13%).

Nel nostro Paese le imprese dei diversi settori del design sono ben 308 mila, ma il primato va alla Lombardia, con quasi 64 mila imprese, ovvero il 20,7% del totale delle imprese in Italia. Ovviamente, la capitale è Milano che fattura quasi 46 miliardi di euro con i suoi brand, 89 miliardi assieme alla Brianza. ( Fonte: www.milanoweb.com)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog