Giovani disoccupati, il triste record: sono il 29,2 %

Secondo i dati forniti dall’Istat, il tasso di disoccupazione giovanile è passato a maggio al 29,2%, rispetto al 29,1% di aprile. Si tratta del dato peggiore dell’inizio delle serie storiche, cioè dal 2004.

 

Rispetto a maggio dello scorso anno, la percentuale di giovani tra i 15 e i 24 anni in cerca di lavoro è cresciuto dal 4,7%, mentre rimane stabile il tasso di disoccupazione complessivo, 8,7% (fermo da tre mesi consecutivi), ma in aumento dal 7,5% di maggio 2009. Cala il numero degli occupati: -0,2% da aprile e -1,1% da maggio 2009, con un tasso di occupazione del 56,9%, ossia -0,1% rispetto al mese precedente e -0.8% rispetto a maggio dello scorso anno.

Sempre secondo i dati dell’istituto di statistica, il rapporto deficit-Pil nel primo trimestre del 2010 sarebbe migliorato, rimanendo comunque su valori elevati, passando all'8,7%, dal 9.2% dello stesso periodo dello scorso anno. Il disavanzo pubblico nel 2009 è stato del 5,2%. Il saldo primario, ovvero l’indebitamento al netto degli interessi passivi, è stato pari a -16,886 miliardi, contro i -17,902 miliardi del primo trimestre 2009, con un rapporto rispetto al Pil che passa da -4,9% a -4,6%.

Il saldo corrente è stato di -22,852 miliardi, contro i -21,423 dell’anno scorso, con un’incidenza negativa sul Pil pari al 6,2%. ( Fonte: www.voceditalia.it)

Autore: Alberto Cassina

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog