Foroni: come trasformare una bocciatura in un successo

La tregua è durata poco. Obiettivo: arginare il crollo di consensi per questa giunta provinciale. Il tempo di riordinare le idee e studiare incisive contromosse e manco a dirlo, altro boomerang e l'ennesima gaffe di un ufficio stampa, quello del Presidente della Provincia, che pare stia preparando più che altro il terreno per una sconfitta nelle prossime consultazioni elettorali.

 

Ancora in pista il tandem " Palazzo San Cristoforo- Il Cittadino", con il primo che passa la velina del giorno e il secondo che le regala l'onore della prima pagina col rituale panegirico e l'immancabile foto del Presidente. Il tutto ben confezionato dal solito Belloni, ormai mentore ufficiale dell'avvocato malerino.

 

Solo un paio di settimane fa pubblicavamo l'articolo " Lodi si conferma ai vertici nazionali nel gradimento dei servizi offerti ai cittadini", che la redazione del quotidiano locale aveva dimenticato in chissà quale cassetto, non considerandolo degno di spazio nelle sue pagine.

 

A poche giorni di distanza la stessa società demoscopica ( Fullresearch) autrice di quella ricerca, pubblica il resoconto dell'indagine sulle amministrazioni provinciali.

 

Non sembra vero. Piatto ricco mi ci ficco. E se c'è la Provincia di mezzo il metro de " Il Cittadino" è ben diverso. 

 

Il nostro Presidente scala 29 posizioni e registra un indice di popolarità del 56,7%. Un successo secondo alcuni. Via allora alla solita intervista preconfezionata a Pietro il Grande che fingendo quell'antipatica finta modestia tipica di chi pensa di aver giocato un carico pesante e non vuole infierire, sottolinea come questo dato costituisca " ... un indice del fatto che, evidentemente, i cittadini stanno gradendo quello che stiamo facendo: cercheremo comunque di lavorare sempre con maggiore impegno". Tocchiamoci.

 

Si sa, il più delle volte si fa informazione tacendo aspetti  che potrebbero rivelarsi imbarazzanti e questo è uno di quei casi.

 

L'estensore dell'articolo non ci dice, per esempio, che la rilevazione fatta dalla stessa società di sondaggi nell'ultimo scorcio del mandato delle giunta precedente, registrava un indice di popolarità per l'allora Presidente Felissari pressoché identico a quello di Foroni ( 55,3%). E non solo.

 

La precedente giunta ( perché tacerlo?) poteva farsi vanto di un indice gradimento del 55,3% per i servizi erogati ai cittadini. Questo dato poneva la Provincia di Lodi ai vertici della classifica nazionale.

 

Quanta acqua sotto i ponti.

Oggi l'amministrazione Foroni è ben sotto la soglia del 50% nel gradimento presso i cittadini per i servizi erogati. Basterà dare un'occhiata alla classifica delle prime venti per rendersene conto. Bergamo con il suo 50,4 % di gradimento chiude la la classifica, le altre, Provincia di Lodi compresa, sono state bocciate dai cittadini.

 

Foroni, i dati vanno letti nella loro completezza. Il giochetto delle tre carte non funziona più.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog