Facebook firma un accordo con la Polizia Postale

Sempre più spesso al centro di critiche negative, specialmente per quanto concerne diversi reati, il social network più cliccato al mondo, Facebook, sceglie la strada della sicurezza: i suoi vertici hanno raggiunto un accordo con la Polizia Postale italiana, al fine di prevenire e contrastare i crimini online.

 

L'accordo, unico nel suo genere, potrebbe diventare uno standard internazionale. Consentirà agli utenti, soprattutto ai minori, di godere di una fruizione più sicura di un servizio di socializzazione che viene spesso inquinato da persone che ne abusano per perseguire scopi criminali.

 

Le sue linee guida rappresentano un punto di svolta davvero innovativo per quanto riguarda i rapporti di cooperazione internazionale tra le Forze dell'Ordine e società private, che forniscono servizi in Internet.

 

Cristian Perrella, responsabile delle relazioni Law Enforcement per l’area Europa, Africa e Medio Oriente di Facebook, sostiene che importanti passi sono stati fatti dalla sua azienda per disincentivare i comportamenti negativi, bloccando le persone che non rispettano le regole.

 

Le autorità saranno tuttavia coinvolte soltanto nelle situazioni più gravi, come il phishing, la pedofilia o il furto d'identità: “Nella maggior parte dei casi facciamo un ottimo lavoro internamente” - ha detto Cristian Perrella - “ma nelle situazioni peggiori ci rivolgiamo all'autorità giudiziaria, esattamente come avviene nel mondo reale”. ( Fonte: milanoweb.com )

Autore: Caterina Bigliardo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog