Fabio Fazio e le interviste dal “coito interruptus”

http://3.bp.blogspot.com/_wEuOXyzfl4w/SvVjzccyCgI/AAAAAAAAAZ0/jHo7sLF6huU/s400/Fabio_Fazio.jpgDomenica scorsa 8 gennaio il premier Mario Monti è andato ospite da Fabio Fazio e la cosa che è saltata di più agli occhi è stata, come al solito, la retorica buonista del conduttore. Tanto che gli è valsa un commento al vetriolo apparso sulle colonne del ‘Fatto Quotidiano’ dal titolo “Fazio, conduttore interruptus. Domande mai”.

Basta leggere qualche estratto per capirne il messaggio

Fazio ha da tempo codificato il “Monologo qua e là interrotto”, che sta all’intervista come

Cristina D’Avena all’heavy metal. Il cinguettio Fazio-Monti non poteva che essere deliberatamente noioso: catatonico, autoassolutorio. Sobrietà al quadrato, sbadigli al cubo. Da una parte l’abbecedario della banalità (“La sua manovra – la domanda è questa – ha messo in sicurezza l’Italia? Cioè siamo tranquilli o prevedibilmente ce ne sarà un’altra secondo lei?”), dall’altro un uomo che – per dirla con Crozza – “sprizza umanità da tutti i microchip”.

Don Fabio giocava più che mai in casa e, per questo, ha avuto modo di srotolare con agio i salamelecchi delle grandi occasioni. A uso e consumo del premier salvatore della patria, che ha pure abbozzato battute di spirito (con esiti raggelanti). Da Fazio sono tutti miti e perfino il peggiore dei politici serba in fondo un gran cuore. In primo piano c’è il Bene che trionfa sul Male, sullo sfondo il buonismo: grande assente la seconda domanda. La prima, a volte, c’è: così, per confondere le acque e reiterare il rito democratico. Anche con Monti, il martire immaginario Fazio ha incarnato la figura del Conduttore Interruptus: nel senso che, quando sei lì che speri nel cambio di marcia, lui disinnesca. Sparge miele sulla meringa. Rallenta, senza avere mai accelerato prima. Se c’è da colpire, Fazio evapora.

( Fonte: www.blitzquotidiano.it/ blog)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog