" Esportare conflitti: la nuova frontiera del socialismo europeo" di Giandiego Marigo

http://sphotos-e.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash3/26338_1163597704687_6969812_n.jpgAvevate dubbi, che non vi fossero ragioni di pace e di democrazia a giustificare una guerra?

Ho dovuto ricorrere con mio , personale, raccapriccio all'Unità per trovare un qualsiasi tipo di commento sulla partecipazione italiana alla guerra in Mali.

Tutti si occupano d'altro, prevalentemente dei tentennamenti di Bersani e delle rivalse dell'Imperatore Farlocco, ma nessuno sembra voler parlare del fatto che un altro fronte di guerra ci veda partecipi in Africa. Nessuno sembra voler parlare dell'art.11 della nostra costituzione. Nessuno sembra volere notare che come oggi siano le icone d'una sinistra improbabile a difendere a spada tratta l'interventismo deteriore di marca euro-ONU-Nato.

Esportatori ufficiali di democrazia e pare essere l'unica esportazione che ci riesce di fare, perchè per il resto facciamo, sinceramente, pietà.

Prodi...parliamone, il nuovo che avanza. Si levano le tombe si svegliano i morti.

Di costui, altro uomo Bilderberg e Trilateral, si parla come papabile alla presidenza della repubblica...meno male per un attimo avevo avuto paura che lo potessero scegliere più giovane.

Il pacifismo di maniera, rateale, adattabile...addesso sì...adesso no! Ad intermittenza...per educarti ti sparo e per liberarti ti bombardo.

La nuova frontiera del socialismo Europeo di marca Hollande ( la speranza del socialismo mondiale, come Obama, altro noto pacificatore), al quale Il Nostro prode Bersani fa riferimento, per pensare al futuro di questo paese.

Esportatori di morte? per rilanciare il nostro export a livello mondiale.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog