Elettrica e senza pilota

L’avventura di Overland, la celebre traversata del mondo in camion, quest’anno si fa ecologica. Da Milano a Shanghai, per l’Expo, 4 veicoli elettrici autocomandati percorreranno 13mila km a energia solare.
Immaginate di guidare in mezzo alla strada e di vedere l’auto affianco alla vostra muoversi senza conducente. Sembra fantascienza ma non lo è. Quattro veicoli totalmente automatici son partiti il 20 luglio scorso da Milano in direzione Shangai. Il tragitto dei Piaggio Porter a trazione elettrica avverrà senza alcun intervento umano lungo un viaggio di 13mila chilometri che durerà tre mesi. Ma dietro la singolare avventura c’è l’equipe di Overland, la celebre traversata del mondo in camion trasmessa da Rai Uno. Lo scopo è dimostrare l’eccellenza tecnologica italiana (il prototipo infatti è di proprietà intellettuale dell’Università di Parma), ma anche rendere il trasporto merci sostenibile. Un giorno questi mezzi potranno essere le spole commerciali tra l’Italia e la Cina. I vantaggi sono molteplici.

I veicoli non hanno guidatore e sono interamente alimentati da fonti pulite e il pilota elettronico è direttamente collegato a delle celle solari. L’obiettivo è arrivare il prossimo 28 ottobre al World Expo, che si tiene quest’anno a Shanghai, il cui tema dominante è “better city, better life”; occasione in cui le tematiche relative alla mobilità sostenibile assumeranno particolare rilievo.

Il progetto, con brevetto della parmense VisLab, è parzialmente finanziato da European Research Council (Erc), che aiuta la ricerca sulle tecnologie innovative per i trasporti del futuro. Le quattro auto sono dotate di sistemi in grado di individuare la corsia di marcia, i pedoni, nonché di stimare il pendio stradale e di percepire cosa avviene fuori strada. Le auto seguono il percorso e comprendono la propria posizione grazie alla pianificazione della traiettoria. Durante il viaggio si terranno differenti dimostrazioni pubbliche in punti specifici del percorso; i veicoli seguiranno dei percorsi prefissati, si immetteranno nel traffico, eviteranno ostacoli e si fermeranno quando necessario.

Per seguire le avventure di Overland 13 si possono isitare i siti internet www.overland.org e www.vislab.it, entrambi corredati di foto e video. ( Fonte: http://www.terranews.it)

Autore: Susan Dabbous

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog