E questi sarebbero "popolari" e "moderati"?

http://www.ilfuturista.it/images/resized/images/stories/politica/santanche_200_200.jpgMa davvero ci voleva il povero Roberto Lassini con i suoi manifesti eversivi, per svelare il vero volto del Pdl? Non bastavano le parole del leader del predellino nonché capo del governo Silvio Berlusconi, che il 6 aprile definiva “brigatisti” i giudici? Non bastavano le decine di comizi deliranti in cui il fondatore del Popolo della libertà ha mescolato le sue solite barzellette e le sue solite promesse ad altrettanto ridicole denunce di golpe nei suoi confronti? E ancora, non bastava la macchina del fango mediatica con cui si è tentato di massacrare con ogni mezzo i “nemici del capo”, dal direttore dell’Avvenire al presidente della Camera? Non bastava l’occupazione quasi militare della televisione pubblica, non bastavano i bavagli e le epurazioni, le leggi ad personam e le compravendite parlamentari? Non bastavano i silenzi davanti alle provocazioni leghiste, da “spariamo agli immigrati” a “il 17 marzo non c’è nulla da festeggiare”?

 

Non ce n’era abbastanza per capire che il Popolo della libertà, dipinto dal suo fondatore come il “grande, grande, grande partito dei moderati”, di moderato non ha nulla? E che quello che dovrebbe essere il riferimento italiano del popolarismo europeo farebbe rabbrividire De Gasperi e Adenauer?

 

Almeno Daniela Santanchè, in quest’ultima ipocrisia che ha visto la crocifissione di Lassini e – come al solito – l’impunità per il vero responsabile, (un Cavaliere che ha addirittura detto "era meglio se Lassini rimaneva"), ha mantenuto la barra dritta: “Ci sono cose più gravi”, ha detto. E così ha rivelato di essere lei la vera anima del Pdl. È lei che ne esemplifica i valori e l’idea di politica. Lei, che ha fatto una campagna elettorale da candidata premier (contro Berlusconi, ma questo è un dettaglio) con lo slogan “siamo un partito incazzato e con la bava alla bocca”.

 

Ecco, quel partito con la bava alla bocca c’è. Non è una minoranza estremista, ma governa il paese. È il Popolo della libertà. Il partito meno moderato – assieme all’alleato padano – che sieda oggi in Parlamento. È un dato di fatto. E chi parla di “moderati” e di “popolarismo europeo” riferendosi a loro, al partito degli estremisti, della Santanchè e di Lassini, molto semplicemente parla del nulla. ( Fonte: www.ilfuturista.it)

 

Autore: Federico Brusadelli

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog