" E' arrivato il momento di staccare la spina" di Hank Aleno

http://www.teschio.net/foto/banconota_slogan.jpgPersi in una realtà che non sono più in grado di leggere e tanto meno comprendere, impegnati nel drammatico quanto inutile tentativo di salvarsi dal naufragio, immersi nella fanghiglia dello scontro ideologico, i nostri politici assomigliano sempre più a creature uscite dalla penna di qualche scrittore horror: protagonisti de' “ La notte dei morti viventi”, “ L'ultimo vampiro”, o cose del genere.

Il tormentone di fine estate è tutto centrato sulla “ ricostruzione” del centro destra o centro sinistra, a piacere, fate voi. Una sorta di rosario ormai svuotato di senso: uno slogan che vuole rassicurare un certo tipo di elettorato, quello “ fidelizzato”, che nonostante tutto è ancora convinto che mezzo punto PIL ci farà uscire dalla crisi o che è tutta colpa della “ Porcellum”. Stronzate.

Perché “ ricostruire il centrodestra/ centrosinistra” e non semplicemente “ costruire qualcosa di nuovo”? Perché volere a tutti costi riassemblare i pezzi di un quadro politico disponendo in modo diverso le pedine? Che senso ha parlare di leadership? Ma votereste Alfano, Bersani, Vendola, Casini, Fini, Renzi, Di Pietro, quali amministratori del condominio nel quale vivete? Ieri han minato le fondamenta dell'appartamento che state ancora profumatamente pagando e oggi minacciano di farlo saltare a meno che non accettiate di fare “ qualche piccolo sacrificio”, “ un passo indietro”.

 Davvero ha senso ricomporre un quadro politico che negli ultimi diciassette anni ha banchettato, e bene, sulle nostre spalle? Le stesse persone, gli stessi nomi, la stessa truffa: ieri Berlusconi, oggi Montezemolo, Profumo, Monti...diamoci un taglio!

Il Paese, il Nostro Paese, chiede qualcosa di veramente “ nuovo”, “rivoluzionario”, “ visionario” nei contenuti, nei metodi e anche nelle facce, perché no. Al bando la mediocrità di questa classe politica al capolinea che cerca solo ed esclusivamente di salvare il “ proprio” salvabile.

E allora, che senso ha parlare e scrivere di “ricostruzione del centrodestra/ sinistra”?

Qui c’è da ricostruire il Paese, il Nostro Paese. E c’è da costruire una nuova politica ed una nuova economia. Tutto il resto è una baggianata.

Chiedetevi cos'è il debito pubblico, in che tasche vanno a finire gli interessi che su di esso gravano ogni anno, se la sovranità monetaria non debba appartenere, come logica vorrebbe, ai Cittadini e non a un istituto bancario. Chiedetevelo, altrimenti anziché festeggiare la nascita della Terza Repubblica dovremo celebrare l'inizio della terza versione della Prima.

Hank Aleno

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog