Dieta, le dieci regole per essere sani e snelli

http://www.ilsalvagente.it/immagini/diete-estate.jpgAll’estate mancano ancora quattro mesi, e dopo le orge alimentari di Natale e Carnevale, è questo il momento migliore per preparasi alla fatidica prova costume. Ma tra la pubblicità - che ci bombarda con i suoi cibi “sani” e miracolosi, - e la tempesta informativa di internet, che propone diete dai nomi più fantasiosi, scegliere la strada giusta è un’impresa.

Una dieta che “funzioni”

Per riuscire a districarsi in questo groviglio di promesse, abbiamo fatto qualche domanda a Enrico Prosperi, medico specializzato in psicologia clinica e disturbi comportamento alimentare. “Fermo restando che il controllo di un medico è sempre necessario”, dice Prosperi “una dieta che funzioni dovrebbe avere tutti i principi nutritivi. Da evitare quelle in cui c’è l’assoluta assenza di carboidrati, le più diffuse in questo periodo, perché potrebbero provocare danni a livello renale e se poi protratte a lungo causare anche l’effetto yo-yo cioè aumento e diminuzione del peso continua”.

 

No alle bevande gassate

Fondamentale è un’alimentazione equilibrata, come spiega l’esperto: “Se la persona è fondamentalmente sana e vuole solo perdere quei 4 o cinque chili in più che la separano dal peso forma deve seguire una dieta equilibrata, col giusto apporto di carboidrati, proteine e lipidi, e anche avere il giusto apporto di acqua nella misura di un litro e mezzo al giorno. Da evitare bevande gasate anche light e i succhi di frutta”.

 

Le dieci regole

“Non avremo difficoltà a mantenere il nostro benessere”, dice Prosperi, se seguiremo alcune semplici regole. Eccole:

 

1 Mangiare 5 volte al giorno: colazione, spuntino, pranzo, spuntino e cena.

Introdurre i carboidrati preferibilmente integrali sempre a pranzo e cena, e fare spuntini a base di frutta e verdura o yogurt.

 

2 Mangiare carboidrati a pranzo e cena e seguire la classica dieta mediterranea ricordando che i carboidrati devono essere oltre il 50% del cibo assunto.

 

3 Moderare l’uso dei grassi e usare sempre olio extra-vergine d’oliva dosandolo con il cucchiaio (1 o 2 cucchiai a pranzo e a cena).

 

4 Moderare l’uso di alcol, è permesso un bicchiere di vino a pasto concedendosi un bicchierino di liquore una volta alla settimana.

 

5 Praticare un’attività sportiva piacevole, mantenendo sempre uno stile di vita attivo: è utile fare le scale, parcheggiare lontano da casa, portare il cane a passeggio, etc.

 

6 Evitare di restringere l’alimentazione in maniera drastica perché può scatenare le abbuffate.

 

7 Cercare di diventare consumatori consapevoli imparando a leggere le etichette e non fidarci delle diciture light.

 

8 Ricordarsi di mangiare a colori, noi mangiamo oltre che con la bocca anche con la vista, quindi via libera alle verdure per accompagnare sia la pasta che la carne ed apparecchiare la tavola sempre in maniera allegra.

 

9 Mangiare in modo consapevole rendendoci conto di quello che mettiamo in bocca. Quindi sempre seduti a tavola e mai sul divano davanti alla tv, per non introdurre distrattamente più cibo del giusto. A questo proposito, sono assolutamente da evitare ad esempio i bicchieroni di pop corn al cinema. E bisogna ricordare di non comprare mai confezioni extra-large perché portano inevitabilmente a consumare più cibo del necessario.

 

10 L’ultimo punto riassume praticamente tutti i precedenti ed è fondamentale: usare il buonsenso introducendo tutti i principi nutritivi e fare movimento.

 

Mantenere il peso forma

Dopo il raggiungimento del peso voluto, si può controllarlo usando regolarmente la bilancia. L’impresa è decisamente più facile se non si seguono diete troppo ristrette, perché sono più difficili da seguire a lungo, con il rischio di incorrere nel dannosissimo effetto yo-yo.

 

No alle diete lampo

Come spiega l’esperto, poi, i dimagrimenti veloci fanno perdere, oltre alla massa grassa, anche la massa magra, vale a dire i muscoli. Quando però si riacquista il l’organismo non riacquista il tono perso, e prende solo massa grassa. Oltre a creare seri danni al metabolismo, nelle donne tutto questo si traduce nel decadimento di due punti deboli: guance e seno.

 

La salute prima di tutto

Ma per stare bene c’è un’ultima, fondamentale regola: pensare alla salute, oltre che all’estetica. “Se cominciamo a vivere per mantenere la nostra salute e il nostro benessere la dieta sarà il nostro stile di vita”, conclude Prosperi.

 

L’iniziativa

Il dottor Enrico Prosperi è presidente della Sipmed Società italiana di psicologia e pedagogia medica che dall’8 marzo all’8 aprile promuove l’iniziativa “30 giorni per le donne“ uno spazio di ascolto per le donne che vivono un momento di difficoltà legate alla salute, ma anche a problemi familiari, relazionali o di lavoro con colloqui gratuiti con professionisti tra cui: medici, psicologi, avvocati, ecc. Per informazioni: Sipmed, via Merulana, 19, Roma

Tel 06.49775740, www.sipmed.it.

( Fonte: www.ilsalvagente.it)

Autore: Monica Rodriguez

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog