Dalla Cina la ginnastica per la 2° e 3° età

Parte dalla posizione eretta e punta a creare equilibrio tra mente e corpo: è il Tai Chi, una pratica derivante dalle arti marziali cinesi ed elaborata tra il 1800 e il 1900 dalla famiglia Yang. Recenti studi scientifici hanno dimostrato che questa "sorta" di ginnastica è migliore dello stretching nella sintomatologia della fibromialgia, una patologia difficile da diagnosticare in quanto si basa su sintomi descritti direttamente dal paziente.

 

Dolori muscolari diffusi, stanchezza cronica, disturbi del sonno e depressione sono le avvisaglie che riconducono i medici a questa sindrome, per la quale non esiste una terapia specifica. Generalmente per la cura vengono prescritti miorilassanti, antidepressivi e integratori alimentari, ma non sempre con il dovuto "successo". Per tale motivo la ricerca di strade alternative è continua.

 

Ed è proprio dalla Cina che arriva la risposta, in quanto il Tai Chi fa leva su diversi aspetti, a partire dalle componenti psicologiche, sociali e spirituali, oltre ad essere una pratica facile da apprendere, in quanto consiste in movimenti molto lenti e continui.

 

Il Tai Chi si basa sul principio dell'armonia dei 5 elementi della medicina cinese tradizionale, ossia il legno, il fuoco, la terra, il metallo e l'acqua, che sono simbolicamente collegati ai nostri organi. Proprio partendo da tale armonia questa sorta di ginnastica cinese migliora l'equilibrio tra il corpo e lo spirito, tra la persona e il mondo esterno, arricchendo così la componente fisica con un'azione di meditazione che allevia i sintomi depressivi. ( Fonte: milanoweb.com )

 

Autore: Caterina Bigliardo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog