Dai che ce la facciamo. SIAMO A RITMO DI QUORUM !!!

http://www.ilfuturista.it/images/stories/UTILITA/copertina6b.jpgIl primo passo dei referendum, ossia il primo dato di affluenza alle ore 12, dice che si procede a ritmo quorum: circa l’11 per cento degli aventi diritto è andato già a votare nella mattina di domenica, prima di pranzo. Con gli stessi numeri per i differenti quesiti: 11,6% privatizzazione dell’acqua, 11,6% profitto sull’acqua, 11,6% energia nucleare, 11,6% legittimo impedimento.

 

Circa 47 milioni gli italiani chiamati a votare, a cui si vanno a sommare i 3 milioni e 300mila residenti all’estero. Poco più di 50 milioni in totale e già più di 5 milioni, quindi, coloro che sono già espressi. L’11 per cento vuol dire che si procede e a passo spedito. Se il ritmo continua toccando soglia 20% alle 17 e sopra il 35% alle 22 di domenica, vuol dire che il referendum si può dire passato.

 

Aiuta anche la statistica in mano al Viminale: qualunque sia stato il quesito referendario ed il tipo di referendum, la consultazione degli archivi del ministero dell’Interno dice che quando la prima rilevazione dell’affluenza alle urne è stata a due cifre, come nel caso di oggi, si è sempre raggiunto il quorum. Che si sia votato in un solo giorno o in due giorni; che sia andati alle urne solo in Italia o che sia stata data opportunità anche agli italiani all’estero; che la prima rilevazione sia stata fatta alle ore 11 o alle 12, il dato finale è rimasto omogeneo: il quorum è stato sempre superato.

 

Basta confrontare anche le consultazioni precedenti. E’ dal 1995 che in Italia un referendum non passa la soglia del quorum. 2003, consultazione sull’articolo 18. Non passò e il quorum si fermò al 25,7%. Il dato della domenica alle 12 parlava di un’affluenza del 4,5%. Numeri simili nel 2005, quella volta di mezzo c’era il Porcellum, il sistema elettorale. Affluenza totale 23,5 a urne chiuse, del 4% alle 12 di domenica.

 

E prendiamo un referendum che invece sfondò, parliamo di quello sul divorzio, 1974. Affluenza totale 87,7%, alle 11 di domenica era già all’17,9%. Numeri da prima Repubblica, certo, il referendum negli anni ha perso decisamente appeal. Ma stavolta sembra proprio che sia iniziata la controtendenza. ( Fonte: www.blitzquotidiano.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog