Codogno: traffico, ok al nuovo rondò

Rondò antitraffico ai nastri di partenza, ma lambirà l’ingresso del giardino della storica Villa Polenghi. L’esecutivo del sindaco Emanuele Dossena ha approvato, durante l’ultima seduta di giunta, il progetto preliminare per la costruzione di una rotatoria urbana tra viale Trento e viale Duca d’Aosta, uno dei punti critici della la circonvallazione codognese.

 

L’intervento da 180mila euro a base d’asta vedrà la luce probabilmente nei primi mesi dell’anno prossimo: l’opera non può essere cantierizzabile entro la fine dell’anno in corso per problemi legati al rispetto del patto di stabilità che impone una rigidità nella spesa. Si tratterà di una rotonda a tre bracci: per far posto ad una delle curvature del cerchio, dovranno essere “sacrificate” alcune piante lungo viale Trento, mentre la distanza tra l’asse stradale e il perimetro della storica Villa Polenghi sarà di due metri e mezzo. Sul lato destro per chi proviene da Somaglia, percorrendo viale Duca d’Aosta, il marciapiede verrà cancellato per lasciar spazio ad una seconda corsia permettendo dunque la svolta agevole in direzione di viale Risorgimento.

 

La realizzazione della rotatoria modificherà pure la circolazione in due piccole vie adiacenti all’incrocio: via Cesaris diventerà a senso unico in entrata mentre via Piazza sarà trasformata a doppio senso.

Intanto, non è ancora stata risolta la “grana” relativa al rondò di viale Vittorio Veneto, a servizio della nuova lottizzazione, che costringerebbe gli automobilisti a girare all’interno della rotatoria anziché proseguire dritto.

 

Dopo aver accertato che i mezzi pesanti non riuscivano a passare, la rotatoria è stato ridotta di diametro, ma ad oggi non è ancora stata aperta. In seno alla giunta, alcuni assessori avevano dichiarato le loro perplessità circa la costruzione di questo rondò “fuori asse” che rischierà di ingrossare sempre di più il traffico lungo il viale tra il posteggio della stazione ferroviaria e il semaforo per San Fiorano. Ma l’assessore alla viabilità Luigi Mori è stato irremovibile: l’apertura del rondò resta confermata. ( Fonte: www.liberta.it)

Autore: Matteo Spagnoli

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog