Codogno: la ex Felisi risorge a nuova vita

Disco verde definitivo alla rinascita dello storico ex stabilimento meccano-tessile Leoni Felisi. All’orizzonte si profila un nuovo futuro a vocazione commerciale e direzionale per l’area dismessa ed abbandonata.

 

Giovedì sera il consiglio comunale ha sancito l’ultimo atto amministrativo prima dell’avvio del cantiere che, presumibilmente nella prossima primavera, sarà aperto all’interno della maxi-area da 20.800 metri quadrati tra viale Trento e via Da Vinci, alla periferia nord della città.

 

La maggior parte dei capannoni verranno mantenuti, così come la villa liberty del vecchio patron dell’azienda, mentre verranno abbattuti altri fabbricati e il muro di cinta di viale Trento.

 

Giovedì sera sono state passate al vaglio le osservazioni e le controdeduzioni prima dell’ok definitivo dell’aula, arrivato all’unanimità.

 

Sono stati quasi tutti respinti gli emendamenti presentati da un confinante che chiedeva di aumentare il livello di protezione ambientale e di rivedere la viabilità interna. Il Comune ha ribadito che all’interno del piano non è necessario prevedere ulteriori fasce verdi, mentre i punti d’accesso saranno da viale Falchetti e viale Da Vinci e pertanto la circolazione verrà migliorata.

 

In totale la superficie che verrà destinata a nuovi insediamenti - di tipo commerciale, terziario ed artigianale - sarà di 12mila metri quadrati, mentre il resto sarà a standard: degli 8mila metri quadrati disponibili, la metà servirà a creare nuovi posti auto, mentre la rimanente parte sarà utilizzata per realizzare una piazza a uso pubblico. Altri quattromila metri quadrati saranno destinati per opere di urbanizzazione esterne al comparto: una nuova rotatoria sorgerà tra viale Trento, via da Vinci e via Diaz, all’ombra del “grattacielo” e in mezzo sarà collocato un monumento mentre contestualmente sarà riqualificato il marciapiede di viale Trento e sarà costruito un parcheggio pubblico da 1600 metri quadrati in via Da Vinci. All’orizzonte qualcuno sussurra di un interessamento già messo nero su bianco da parte di un paio di aziende del settore informatico (si parla di una cinquantina di nuovi posti lavoro) e del settore sportivo. ( Fonte: www.liberta.it)

Autore: Matteo Spagnoli

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog