Caldo: nel 2010 il 2° posto degli ultimi 160 anni

L'ufficio meteorologico britannico ha rilevato un surriscaldamento del pianeta da imputarsi, con molta probabilità, all'attività umana. Per giungere a tale risultato, gli scienziati del Met Office hanno fatto riferimento a 10 indicatori del clima, come la temperatura dell'aria, il tasso di umidità, i livelli del mare, lo scioglimento dei ghiacciai...

 

I dati pubblicati dal National Oceanographic and Athmospheric Administration (Noaa), in relazione alle temperature della terra e dei mari, hanno in particolare rivelato come lo scorso Giugno abbia risentito di un caldo record, e in generale, come i primi 6 mesi del 2010 siano stati tra quelli più caldi degli ultimi anni.

 

I mesi del 2010 da Gennaio a Giugno, infatti, hanno registrato delle anomalie rispetto alle normali temperature medie che si sono registrate nel corso del XX secolo, tanto che l'andamento della temperatura globale odierna si configura come il più alto mai raggiunto prima, da quando sono iniziate le registrazioni.

 

Fino ad ora è stato registrato che la temperatura media è stata al di sotto della normale, l'ultima volta, nel Febbraio del 1985. Fino ad ora invece la temperatura più alta registrata è stata quella del Giugno 1998, e il Giugno 2010 non si allontana molto da quei livelli. ( Fonte: milanoweb.com )

Autore: Caterina Bigliardo

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog