Bossi? Non conta più nulla neanche lui

http://4.bp.blogspot.com/-9oDyZ4yPNB4/TcGFefZDH2I/AAAAAAAABs8/TZpQNNF9leA/s1600/Bossi_in_panchina_p%255B1%255D.jpgSì all’arresto di Alfonso Papa, anzi no. Riflettiamoci, meglio non mettere le manette a un parlamentare. Asteniamoci. Poi, però, facciamolo arrestare. La considerazione più ricorrente di questi giorni è che la corda usata per il noto cappio mostrato anni addietro dai deputati della Lega ora serve per attraccare la barca di Roberto Castelli quando va in vacanza in Salento. Non c’è altra spiegazione.

 

Quel Carroccio che nei comizi prometteva di abbattere il sistema romano corrotto è un partito confuso e anch’esso abituato al pensiero di chi viene sedotto dal potere. L’orientamento all’interno del partito nordista non è però unanime. In molti vorrebbero buttare giù Papa e Umberto Bossi è in difficoltà. La base da lui vorrebbe ascoltare altri discorsi, più concreti compreso quello che annuncia il sì della Lega all’arresto. Lui così si esprime e poi ritratta ritrovandosi a dover scegliere tra l’umore degli attivisti e il vestito berlusconiano che ha inevitabilmente indossato.

 

C’è tempo fino a mercoledì per pensarci. Lui lo sa: pur di sopravvivere la maggioranza è disposta a sacrificare uno dei suoi figli che ha sbagliato. Poi, però, lo stesso si dovrà fare con gli altri. E forse il timore è proprio questo. Che, gira gira, il dito della giustizia potrebbe indicare un uomo in camicia verde… ( Fonte: www.ilfuturista.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog