Bevuto troppo? Niente di meglio del miele

La dolcezza del miele combatte i postumi della sbornia meglio di qualunque altra cosa. A rivelarlo una recentissima ricerca britannica, condotta da John Emsley e dai suoi collaboratori per contro della Royal Society of Chemistry: “una buona dosa di miele di prima mattina, con del pane tostato e del latte, aiuta l’organismo a liberarsi rapidamente dagli effetti dell’alcol”.

Gli zuccheri composti presenti nel miele, fruttosio in primis, sono essenziali per scomporre le pesanti particelle dell’alcol in sottoprodotti decisamente più innocui. Il peggior effetto post sbornia è il mal di testa: difficoltà a riflettere, stanchezza e come se non bastasse anche una martellante emicrania.

La colpa di tali sensazioni è dell’acetaldeide, conseguenza della prima reazione del processo di digestione degli alcolici. Il miele accelera la conversone dell’acetaldeide in sostanze chimiche di minore tossicità, aiutando il metabolismo e liberando gli interessanti da ogni fastidio. Per non rischiare, meglio un bicchiere in meno.( Autore: A.G./ Fonte: www.voceditalia.it

DEM Morellato 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog