" Aver studiato ti salva dalla crisi, ma non in Italia" A cura di Carlo Manzo e Paolo Stefanini

Lo diceva la mamma di studiare. E aveva ragione. I laureati hanno sofferto molto meno la crisi rispetto a chi ha lasciato presto gli studi, magari senza neppure diplomarsi. Rispetto al 2009, nei 35 Paesi Ocse, la percentuale di disoccupati tra i laureati è rimasta invariata, mentre quella tra chi non ha finito le superiori è cresciuta dall’8,7 all’11,5%, pesando molto sul grave 17% di disoccupazione giovanile nell’area. Nella nostra infografica, i tassi di occupazione Paese per Paese divisi tra chi ha studiato e chi no. Che studiare fa bene vale per tutti, ma in Italia un po’ meno: solo il 79% dei laureati ha un lavoro, contro una media Ocse dell’84 e il 90% dell’eccellenza norvegese. ( Fonte: www.linkiesta.it)

http://www.linkiesta.it/sites/default/files/imagecache/scala_940/uploads/articolo/gallery/Una%20laurea%20contro%20la%20crisi.png

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog