Aumento del prezzo delle uova: perché?

http://www.lessiniapark.it/opencms/export/sites/default/VREST/CPL/Immagini/prodotti_tipici/uova.jpgLe uova negli ultimi mesi hanno subito dei rincari non trascurabili, che secondo il quotidiano “Libero” si aggirerebbero intorno al 77%. Come scrive il giornale diretto da Maurizio Belpietro, i prezzi sarebbero “strettamente legati ai rincari della materia prima: una nuova norma europea che dal primo gennaio ha messo fuori legge le vecchie gabbie impiegate per l’allevamento delle galline ovaiole in batteria ha fatto schizzare le quotazioni. Il cambio delle attrezzature e le loro nuove dimensioni hanno comportato un rallentamento in tutta Europa nella deposizione delle uova”.
Per quanto la notizia possa sembrare paradossale, è stata confermata anche da Dacian Ciolos, commissario Ue all’Agricoltura: “E’ vero, il prezzo delle uova per uso industriale è salito a 198,50 euro per 100 chilogrammi rispetto ai 109 euro pagati nello stesso periodo 2011, con una crescita del 77,6%”. All’origine della nuova legge c’è la volontà di favorire il benessere di 330 milioni di galline. La Commissione europea garantisce che il rincaro delle uova sarebbe soltanto transitorio, e che la direttiva sulle gabbie delle galline ovaiole non sarà modificata in alcun punto.
Anche dai dati di Unioncamere relativi all’Italia emerge un rincaro del prezzo delle uova negli ultimi dodici mesi, pari però al 5% e in linea con quello degli altri generi alimentari. In un recente rapporto si afferma che “l’inflazione alimentare alla produzione viaggia su ritmi elevati: nonostante le quotazioni delle materie prime siano rimaste ferme sui prezzi di inizio 2011, le negoziazioni tra industria e grande distribuzione su un insieme di 46 prodotti alimentari monitorati da Unioncamere-Indis evidenziano ancora rincari sostenuti”. ( Fonte: http://it.finance.yahoo.com/notizie/aumento-prezzo-uova-2012.html)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog