Attenti all'acqua che date ai vostri bambini

La qualità dell'acqua che i bambini bevono influisce sulla loro intelligenza: è in sintesi il risultato di una ricerca condotta da alcuni studiosi dell'Università del Quebec, a Montreal, che hanno dimostrato che il manganese, un metallo presente nelle falde sotterranee, influisce sul quoziente intellettivo dei bambini.

 

Durante la loro ricerca, gli scienziati hanno preso in esame 363 bambini tra i 6 e i 13 anni e analizzato la composizione chimica dell'acqua da loro bevuta.

 

Hanno così scoperto che i bambini la cui acqua conteneva concentrazioni più alte di manganese mostravano un QI minore, inferiore di 6 punti rispetto a quello dei bimbi che bevevano acqua con bassi o nulli livelli del minerale, minori capacità motorie, intellettive e comportamentali.

 

Gli scienziati però raccomandano di non trarre facili conseguenze dalla loro scoperta, anche perché sul quoziente intellettivo influiscono tanti altri fattori, e la sua stessa validità non è riconosciuta a livello universale. Questo non vuol dire prenderla alla leggera, ma, nell'incertezza, sempre meglio prevenire, riducendo la concentrazione di manganese nell'acqua del rubinetto mediante dei filtri.

Inoltre, visti gli effetti neurotossici di tale metallo anche a basse concentrazioni, il team di scienziati ritiene che sia necessario rivedere le soglie di sicurezza nazionali e internazionali della sua concentrazione nell'acqua. ( Fonte: www.milanoweb.com)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog