Anticrisi, Nantes prova la moneta locale virtuale

http://www.bancaforte.it/assets/Uploads/_resampled/SetWidth270-NantesCartina2.jpgIl sistema di pagamento gestito dal Crédit Municipal di Nantes ha l’obiettivo di incrementare gli scambi non monetari tra aziende per favorire l’economia territoriale

La città francese di Nantes sta per lanciare una moneta locale, battezzata Nanto, complementare all’euro. L’avvio del progetto è fissato nel 2013. Lo scrive il quotidiano francese Les Echos, precisando che l’idea è ispirata all’esperienza della banca cooperativa WIR di Basilea, che ha realizzato un sistema di pagamento cashless per 60mila piccole medie imprese.

L’obiettivo del progetto, il primo su larga scala in Europa, è incrementare l’importanza degli scambi non monetari tra aziende per aumentare le interrelazioni: i membri della “Zona Nanto” potranno limitare l’uso degli euro, riducendo i problemi relativi ai flussi di cassa e rendendo gli scambi più semplici. Il sistema sarà gestito dal Crédit Municipal di Nantes che metterà a disposizione degli imprenditori del circuito conti in Nanto, che altro non sarà che un’unità di conto interna.

“Non è un’iniziativa folkloristica – precisa il sindaco di Nantes Jean-Marc Ayrault – e non ci saranno né monete né banconote: tutto sarà regolato in una camera di compensazione. Il nostro scopo è migliorare gli scambi tra le aziende del territorio”.

Nanto risponde principalmente alle esigenze delle PMI che operano nei servizi, costruzioni e ristorazioni. Il comune ha in programma di inserire nel progetto anche le società di trasporto, i parcheggi e le attività dopo-scuola. Contrariamente all’esperienza svizzera, Nantes intende far partecipare non solo aziende, ma anche singoli professionisti e lavoratori.

Fonte: http://www.bancaforte.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog