Anche Fiat prende spunto dall’auto più veloce del mondo

http://cdn.blogosfere.it/racing/images/GUSGUSAuto.jpgL’automobile più veloce al mondo è italiana e si chiama Gus gus Streamliner.  Non si vede in giro per le strade, né tra gli annunci, bensì si può ammirare nella sede dell’Aci di Milano (fino al 9 gennaio, poi approderà in altre città italiane). La Gus gus Streamliner è stata capace di raggiungere i 483,377 Km all’ora di velocità sotto la guida  del pilota milanese Fabio Montani, che lo scorso agosto ha stabilito il record italiano di tutti i tempi nel deserto di Bonneville negli Stati Uniti. Né Fiat, né altre vetture di fabbricazione nazionale, comprese Ferrari e Maserati si erano mai spinte a tanto.  
Progettata dall'ingegnere Luca Piancastelli, Gus Gus è stata realizzata con materiali all’avanguardia, come la fibra di vetro, che le dona leggerezza, il nomex e il kevlar, i quali, probabilmente, potrebbero trovare spazio anche sulle auto di serie, come quelle della Fiat e di altre case automobilistiche inserite negli annunci. La costruzione è avvenuta nelle officine de “La Fenice” di Birone di Giussano, in provincia di Monza, in collaborazione con il Politecnico di Milano ed altre aziende della Brianza e del Milanese.
Da progetti estremamente tecnologici come questo, secondo i costruttori, l’industria automobilistica può trarre spunti interessanti per il futuro. Salire a bordo della Gus Gus e portarla ad una tale velocità è stata “un’emozione indescrivibile”, ha detto Montani, che è stato premiato, insieme al suo team, con una targa ricordo del record dal vice presidente dall'Automobile Club Milano, Geronimo La Russa. “E' un onore per noi ospitare questo gioiello di tecnologia - ha commentato Geronimo La Russa - un’opportunità per tutti gli appassionati, ma anche per le famiglie che, durante le festività natalizie, vorranno ammirare, magari insieme ai loro figli, un'auto che, a tutti gli effetti, entra a far parte della storia italiana dei motori”.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog