Al Brennero migliaia di allevatori e coltivatori in difesa del Made in Italy

Oggi, dalle ore 8:00 al Valico del Brennero, migliaia di allevatori e coltivatori. Campo Base all'area di parcheggio "Brennero" al km 1 dell'autostrada del Brennero - direzione sud (Austria-Italia).

 

Lo scandalo della mozzarella blu contaminata prodotta in Germania e venduta in tutta Europa con nomi italiani è la goccia che fa traboccare un vaso pieno di prodotti alimentari stranieri di scarsa qualità spacciati come Made in Italy, a danno dei consumatori e dei coltivatori che chiedono di fare definitivamente chiarezza.

 

Di fronte ai ritardi dell'Unione Europea nel rendere obbligatoria l'indicazione di origine degli alimenti e a sostegno delle iniziative di legge nazionali, a partire dalla prima mattina di oggi martedì 6 luglio migliaia di allevatori e coltivatori della Coldiretti provenienti da tutte le Regioni, anche con i loro trattori, iniziano dal Brennero la mobilitazione in difesa del Made in Italy minacciato dalle importazioni di " schifezze" vendute come italiane.

 

L'obiettivo è scoprire il " finto Made in Italy" trasportato sui camion che passate le frontiere saranno poi seguiti con auto " civetta" fino a destinazione.

 

Attraverso il valico Brennero giungono in Italia miliardi di litri di latte, cagliate e polveri all'anno ma anche decine di migliaia di cosce di maiale per fare i prosciutti, pomodori e altri prodotti destinati a finire in tavola senza alcuna informazione ai consumatori. Il Presidente della Coldiretti Sergio Marini guiderà il presidio. ( Fonte: viniesapori.net)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog