http://www.informasalus.it/data/foto/a/agricoltura-chiuse-13-335-aziende-in-tre-mesi_2266.jpgL'agricoltura e' il settore produttivo che ha il peggiore saldo negativo con la perdita di 13.335 imprese nel primo trimestre dell'anno". E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti in occasione della diffusione dei dati Cerved sui fallimenti.

In una nota Coldiretti spiega che "a pesare, insieme alle difficolta' di mercato, sono stati l'aumento dei costi e la stretta creditizia nei confronti delle imprese. A marzo i prezzi pagati agli agricoltori sono scesi in media del 2,3% rispetto allo scorso anno, con crolli per olio di oliva (21,4%), frutta (13%), cereali (12%) mentre si e' verificato un aumento dei costi a partire da quelli energetici come il gasolio e la benzina".

Coldiretti precisa che "il credit crunch ha colpito anche i campi, dove sei imprese agricole su dieci hanno difficolta' ad accedere al credito, con il costo del denaro in agricoltura che ha raggiunto il 6% e risulta superiore del 30% a quello medio del settore industriale. Una situazione di difficolta' che- conclude Coldiretti- si aggiunge agli effetti dei danni da maltempo e anche alle preoccupazioni per l'applicazione della nuova Imu".
Fonte: Agenzia Dire

Torna alla home