A volte l'imbecillità è un valore aggiunto: il caso Jovanotti

http://ts4.mm.bing.net/th?id=H.4744123229801799&pid=15.1Beninteso non è un articolo. Propongo un estratto di una intervista di Gramellini a Jovanotti. Lascio a voi ogni commento.

Gramellini:"Non ti spaventano otto miliardi di persone? "

Jovanotti: «Il mondo è vuoto. Sorvolalo in aereo e te ne accorgerai. È bello dove c’è un sacco di gente, ci sono più opportunità. Un giorno, in una megalopoli, guardavo con orrore la favela cresciuta accanto a un quartiere ricco, ma chi era con me disse: crescere con un quartiere ricco accanto è l’unico modo in cui un ragazzo povero può pensare di cambiare la propria vita. La vera povertà è sempre povertà di visione». Gramellini : "Ma chi era il tuo accompagnatore, Briatore?"

Jovanotti: «Quando in una città nasce un nuovo edificio per me è una festa. Finiamola con questa mania di preservare e basta. Altrimenti diventeremo un’Italia in miniatura come quella di Rimini, ma a grandezza naturale. Il più grande desiderio di un ragazzo cinese è comprare un telaio, perché di lì a tre anni gli permetterà di aprire un’azienda, di diventare qualcuno».

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog