A scuola non si canta più

L’ultima trovata degli esperti scelti dal Governo è quella di vietare agli alunni di cantare. Bambini e ragazzini non potranno quindi intonare le canzoni dei cartoni animati o dei propri cantanti preferiti.

Potranno togliersi la mascherina ma guai a intonare una qualsivoglia canzone. Che poi, non è che a scuola uno passi le ore a cantare, a meno che non si tratti della lezione di canto.

In una nota del Cts si legge nero su bianco: “ Nell'ambito della scuola primaria, per favorire l'apprendimento e lo sviluppo relazionale, la mascherina può essere rimossa in condizione di staticità con il rispetto della distanza di almeno un metro e l'assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione (es. Canto)”.

Lo stesso vale per la scuola secondaria. Senza se e senza ma.

Con l’aggiunta che, in questo caso, ci dovrà essere una situazione epidemiologica di bassa circolazione virale, come è stata definita dall'autorità sanitaria.

E mentre si toglieranno la mascherina, gli alunni dovranno restare immobili.

Forse non sarà neanche possibile allontanarsi dal proprio banco, ma questo per il momento non è stato specificato.

A scuola non si canta più
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog