A LODI NON CONOSCIAMO IL RAZZISMO E TANTOMENO L'APARTHEID

Beh, adesso penso che sia arrivato il momento di darsi una calmata… o no? Leggere di una Città razzista, in cui la Giunta ha introdotto l’apartheid ed usa sistemi discriminatori per limitare l’accesso all’istruzione dei bambini, mi sembra troppo, financo pericoloso.

Sì, perché se c’è un dato che è cresciuto in modo esponenziale in questi ultimi anni è proprio quello relativo alle violenze verso la persona. E di teste bacate in giro ce ne sono parecchie.

Ancora una volta siamo di fronte alla prova “ provata” che non siamo in grado di affrontare qualsivoglia tema senza farci travolgere da preconcetti e stantie prese di posizione ideologiche che non solo rendono impossibile il confronto, ma sacrificano logica e ragione per il conseguimento di un inutile quanto velleitario successo politico.

Così non si va da nessuna parte.

Cari Lodigiani, le casse sono vuote e il nostro modello sociale sta per implodere.

 Questo deve essere chiaro.

Fino a che dal bancomat del contribuente si riusciva a prelevare, potevamo permetterci di scaricare sulla collettività il costo di quei servizi che oggi non si è più in grado di sostenere. Siamo stati spremuti come limoni e chi ci ha governato a livello locale si è sempre comportato da cicala, lasciandoci in eredità una montagna di debiti.

Guardatevi attorno: strade dissestate, aiuole che non conoscono uno sfalcio da mesi e rendono pericolosa la viabilità, piste ciclabili invase dalle erbacce, centri abitati sporchi con periferie sempre più degradate … pensate, forse, che i nostri amministratori non se ne rendano conto?

Provate a chiedere loro, vi sarà risposto “ … Le casse sono vuote”.

Ma c’è una domanda che vorrei fare ai pasdaran della società aperta, che riempiono le pagine de “ Il Cittadino” con i loro piagnistei e le loro grottesche posizioni mondialiste, che hanno sempre pronta una inutile quanto ipocrita colletta da promuovere con foto ed articoli sui giornali:

“ Voi, voi … a cosa siete disposti a rinunciare? e pensate veramente di affrontare i problemi con le collette? “

Angelo Marcotti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog