Elezioni amministrative: il PD esce distrutto

Una vera e propria disfatta, un tracollo, una sconfitta umiliante per il PD e per l’intero Centrosinistra che esce praticamente distrutto da una tornata elettorale che ha visto concretizzarsi risultati clamorosi.

Al PD erano rimaste le regioni rosse, ora non ha più neppure quelle. In Emilia fa impressione la sconfitta a Imola città che il centrosinistra governava da 73 anni!!! E da domani invece avrà un sindaco del Movimento 5 Stelle.

Plebiscitaria la vittoria del Centrodestra a Terni, nella provincia umbra, città operaia per antonomasia, la Lega è di gran lunga il primo partito. Addio anche “all’Umbria rossa”.

Clamorosa la sconfitta del PD anche ad Avellino dove si è imposto il Movimento Cinquestelle. E’ impressionante vedere come il candidato pentastellato, che al primo turno aveva un ritardo abissale (23 punti percentuali!!!) nei confronti dell’esponente del Centrosinistra, sia riuscito a ribaltare completamente il risultato vincendo il ballottaggio con ben 20 punti percentuali di vantaggio!!!

Ma è inutile girarci intorno, tutte le attenzioni erano orientate verso le tre città toscane, Massa, Pisa e Siena, da sempre roccaforti del PD. Per il partito di Renzi/Martina la sconfitta in Toscana anche in una sola di queste tre città equivaleva ad una disfatta.

Ebbene il PD è riuscito nell’impresa più clamorosa, in una impresa assolutamente impensabile alla vigilia: è riuscito a PERDERLE  TUTTE E TRE!!!

Sconfitta netta del candidato del Pd e Sindaco uscente a Massa (56,4% contro 43,3%), città dove mai aveva vinto il Centrodestra. Si pensava che il Centrosinistra tenesse perlomeno a Pisa, ma anche nella città della Torre pendente la Lega ha fatto il pieno di voti ed il candidato del Centrodestra ha ottenuto il 52,3% delle preferenze.

Ma davvero clamorosa è stata la sconfitta del Centrosinistra a Siena, città nella quale “non si muove foglia che il Pd non voglia”. Incredibile davvero anche perché, pur di rimanere al governo nella città del Palio (e del Monte dei Paschi), il sindaco uscente del PD, dopo che al primo turno aveva ottenuto il 27,4%, annunciava l’apparentamento con il candidato della lista “Per Siena” che aveva conseguito un inaspettato successo raccogliendo ben il 21,3% dei voti.

Ebbene dopo questo accordo lo stesso Sindaco dava per certa la sua riconferma, ma i senesi (finalmente!!!) dopo aver dimostrato una pazienza infinita ed aver sopportato decenni di malgoverno, stavolta hanno detto BASTA!!!

Ah! Un’ultima annotazione, da domani su tutte le reti televisive nazionali sentirete parlare solo di Ancona, la sindaca Pd del capoluogo marchigiano, infatti, è stata riconfermata.

Giancarlo Marcotti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog