Piste Ciclabili del Lodigiano: Da Ospedaletto Lodigiano a Codogno ( La Golena del Po)

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Prima tappa della ciclabile della Golena del Po.

L’itinerario si sviluppa ad anello nel territorio della bassa lodigiana e mette in comunicazione i principali poli della parte meridionale della provincia, fra cui le cittadine di Codogno e Casalpusterlengo. Il percorso è quasi interamente costituito da piste ciclabili in sede propria, asfaltate e pianeggianti.

Dove la pista ciclabile è da ultimare, si possono percorrere le vicine strade provinciali o comunali, in genere poco trafficate. Gli attraversamenti dei centri abitati avvengono in genere sulle vie urbane, in promiscuo con il traffico locale.

Lungo il fiume Po si percorre la strada che corre lungo l’argine principale del Po, in terra battuta e a tratti asfaltata. Ombreggiatura in genere scarsa.

Si percorre la parte meridionale del territorio lodigiano, caratterizzato dalle vaste prospettive sulla campagna agricola e dai paesaggi d’argine della valle del Po. Dalla strada d’argine del Po, si godono scorci di grande interesse sul paesaggio fluviale.

Descrizione.

Dall’imponente abbazia gerolomitana passiamo nel giardino posto sul fianco della chiesa e andiamo a destra sulla ciclabile che ci accompagnerà sino alle prime case di Senna Lodigiana. Qui ci dirigiamo a sinistra sino al termine della via posta sotto al serbatoio dell’acqua.

Rimbocchiamo la ciclabile sulla destra sino al cimitero dove proseguiamo a sinistra, sempre sulla ciclabile sino all’attraversamento per Mirabello. Superata la piccola frazione ci troviamo ad uno stop dove andiamo a sinistra oltre il cavalcavia, attraversando la strada per portarci sulla ciclabile in direzione del centro di Somaglia.

Al secondo semaforo andiamo a destra sino alla strada in discesa posta tra la chiesa ed il castello. Prendiamo a sinistra sul viale ciclopedonale sino al cimitero; risaliamo a sinistra un breve tratto di strada trafficata e svoltiamo a destra sulla ciclabile.

Giunti a Codogno, attenzione a non perdere la ciclabile nel parcheggio di una grande azienda, imbocchiamo viale dei Mille sino a sottopassare la ferrovia. Al semaforo prendiamo a destra sulla controstrada sino a viale Ricca che ci condurrà sulla piazza centrale davanti alla Collegiata.

Usciamo da Codogno imboccando via Vittorio Emanuele sino al semaforo su viale Trieste.

Andiamo a destra sino ad un distributore dove attraversiamo per andare in via dei Mulini che in breve diventa un percorso ciclopedonale sino alla frazione di Mulazzana. Superate le ultime cascine ci dirigiamo a destra su una strada di campagna sino a giungere a Camairago.

Da vedere:

Ospitaletto Lodigiano

La rinascimentale abbazia dei Gerolomini dedicata ai Santi Pietro e Paolo.

Somaglia

Il castello edificato da Bernabò Visconti e trasformato dai conti Cavazzi in residenza signorile nel corso del Seicento. La riserva Naturale Orientata Regionale Monticchie e Centro di Educazione All’Ambiente Fluviale.

Codogno

La collegiata di San Biagio, con opere di Callisto Piazza e Camillo Procaccini., il Museo Cabriano e la Raccolta d’Arte Carlo Lamberti .

Casalpusterlengo

I resti dell’antico castello, eretto dai Pusterla e il santuario della Madonna dei Cappuccini. ( Fonte: www.trekking.it)

Autore: Carlo Zani