Piste ciclabili del Lodigiano: Da Gerrone a Castelnuovo Bocca d'Adda ( La Golena del Po)

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Quarta tappa della ciclabile della Golena Del Po.

Descrizione

Dalla località Chiavicone riprendiamo la pedalata sull’argine del Po sino a quando, per un breve tratto cessa il percorso protetto e la strada sull’argine diventa provinciale nei pressi dei Morti della Porchera. Dopo trecento metri riprendiamo, accanto ad una cava la ciclabile per arrivare in breve alla località Regona. Un breve tratto d’argine e giungiamo in vista di Caselle Landi. Possiamo proseguire oppure fare una variante, scendendo dall’argine a sinistra, nel centro del paese. La pista prosegue costeggiando il Po per qualche chilometro sempre su asfalto fino ad un tratto di sterrato non sempre in buone condizioni. In questa frazione del percorso ci allontaniamo dal fiume sino a raggiungere la SP 27 discretamente trafficata. La attraversiamo andando a sinistra e la seguiamo per poco più di un chilometro sino a ritrovare sulla destra il percorso protetto sull’argine. Un ampio giro ci porta nei pressi dei resti del rocca di Castelnuovo Bocca d’Adda, oggi trasformati in residenza nobiliare, dove termina la ciclabile Golena del Po. Da Castelnuovo Bocca d’Adda possiamo raggiungere la dorsale dell’Adda percorrendo l’argine del Canale Tosi sino a Meleti.

Da visitare:

Santo Stefano Lodigiano

La parrocchiale dell’Assunta, eretta tra il 1756 e il 1776.

Caselle Landi

Il castello medievale, trasformato dai Landi in un palazzo che conserva alcune tracce dell’edificio originario, detto Palazzo Vecchio per distinguerlo dall’altro, appartenente alla stessa famiglia.

Meleti

La parrocchiale di San Cristoforo, ricostruita alla fine del XV sec. e che ha subito poi vari restauri e il castello - palazzo. ( Fonte: www.trekking.it)

Autore: Carlo Zani