Una politica di attacchi personali contro la nostra politica delle proposte - di Valerio Esposti

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

 

Buongiorno
A nome di Angelo Pozzi, capogruppo di "Voltiamo Pagina", vi invio questo testo con gentile richiesta di darne notizia su Cronache Lodigiane.
Grazie
Cordialmente
Valerio Esposti
339 6970526
 

 

UNA POLITICA DI ATTACCHI PERSONALI CONTRO LA NOSTRA POLITICA DELLE PROPOSTE

Leggo su IL CITTADINO dell’11.08.2017 l’irosa e scomposta risposta del Sindaco Villa, contro il gruppo consiliare VOLTIAMO PAGINA e contro il sottoscritto. Una risposta simile nel tono a quelle delle migliaia di frequentatori di FB che, senza alcuna motivazione logica e scientifica, hanno vomitato improperi, insulti e volgarità sulla nostra pagina.
Risponderò pacatamente e ordinatamente alle accuse infondate del Sindaco, con argomentazioni razionali e non travisando fatti e parole.
VOLTIAMO PAGINA, nell’interesse delle famiglie santangioline, ha fatto una proposta costruttiva: ha chiesto che la Farmacia Comunale di Sant’Angelo promuova una campagna informativa sui vaccini tramite il sito della Farmacia Comunale, i media locali, la pagina
FB dell’azienda speciale e/o altre forme.
VOLTIAMO PAGINA, nei suoi comunicati, ha anche esplicitamente dichiarato la propria stima nei confronti del Dott. Selmi. Ha invece evidenziato l’inopportunità di alcune sue dichiarazioni contro i vaccini, che appaiono incompatibili con il ruolo di presidente dell’Azienda Speciale Farmacia Comunale. Appare dunque fuori da ogni ragionevolezza che il Sindaco chieda le dimissioni del componente del CdA della Farmacia, Dott. Baldo, che, come risulta evidente, è in assoluta sintonia, anche privata, con le finalità dell’Ente. Per quanto ci riguarda il Dott. Baldo resta al suo posto.
A proposito del possibile danno erariale, il sottoscritto ed i comunicati di VOLTIAMO PAGINA non hanno mai scritto o parlato di danno “erariale”, ma semplicemente di “potenziale danno”: di immagine, di funzione, di coerenza, di comunicazione. L’estensione al concetto di “erariale” non appartiene alle nostre comunicazioni né scritte, né verbali e, quindi, tutte le deduzioni che il Sindaco ne trae sono palesemente infondate.
Quanto poi alla resurrezione a Sant’Angelo del “più bieco comunismo stalinista”, questa è una sparata che il Sindaco poteva, nel suo interesse, risparmiarsi. Qualsiasi santangiolino autentico sa che a Sant’Angelo Lodigiano non è mai esistito un “comunismo stalinista” e tanto meno “bieco” e l’idea che una simile cosa possa risorgervi può solo appartenere ad un eccesso di fantasia di chi è poco in sintonia con la città e con i santangiolini. Piuttosto è da temere che a Sant’Angelo stia risorgendo qualcosa d’altro.
Il Sindaco dimostri il contrario, se è in grado di farlo. E non solo a parole, ma con documenti alla mano.


VOLTIAMO PAGINA
Il Capogruppo Consiliare
Angelo Pozzi

 
 
 -- Inviato da VALERIO ESPOSTI (valerio.esposti@libero.it)
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: