Lodi dopo il voto: davanti a un piatto di lenticchie

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Alla fine il matrimonio riparatore lo si celebrerà. Si rientra nei ranghi dopo la scappatella. Un epilogo sul quale nessun allibratore avrebbe accettato una puntata. Troppo scontato.

E bravo Maggi. Dopo aver lacerato il centro destra, riempita la bisaccia di voti, torna a casa con il bottino di guerra da far fruttare e tanti auguri a chi in buona fede ha veramente creduto nella svolta civica, lontana dalle segreterie di partito e dai giochi di palazzo. Bel colpo ma … attenzione, la politica non è matematica e la somma degli stessi addendi in situazioni diverse non sempre dà lo stesso risultato.

Che miseria. Si finge di disfare il puzzle ad ogni giro ma le tessere sono sempre quelle, gli incastri non cambiano e il risultato finale non può essere altro che un déjà vu. Tutto sulla pelle dei Lodigiani.

Il centro destra si ricompatta davanti a un piatto di cariche ed incarichi, il nuovo che avanza è ancora più rancido del vecchio che si voleva accantonare.

E Gendarini sta a guardare.

( A. M.)

Con tag Lodi