Elezioni a Lodi: I Giochi di Ruolo della sinistra lodigiana

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

“ I separati in casa” è l’ultimo gioco di ruolo che impazza tra i simpatizzanti della sinistra a Lodi.

Per chi non li conoscesse, i “ Role Playing Games” sono quei giochi in cui i partecipanti si assegnano parti e interpretano personaggi creando uno spazio immaginario.

Niente di male se poi le conseguenze non ricadessero sui Cittadini.

Dopo diciassette anni di frequentazione con alti e bassi, come in tutte le coppie che si rispettano, per le due anime della sinistra lodigiana è arrivato il momento dell’addio o meglio … dell’arrivederci.

Per questa tornata elettorale il pericolo di un’emorragia di voti era dietro l’angolo e allora ecco pronto un nuovo copione: io ( PD) mi accaso con il cavaliere Carlo, mantenendo stretto il rapporto con il grande vecchio Gianpaolo e la fida ancella Silvana, e tu ( 110eLodi) va pure a cercare fortuna altrove ( voti), ma non dimenticare… in caso di bisogno dovrai tornare a casa.

Che tristezza!

Dal 2000 in poi, i sindaci eletti ( Ferrari, Guerini, Uggetti) hanno sempre potuto contare sull’appoggio elettorale di PRC ( Partito della Rifondazione Comunista), FdV ( Federazioni dei Verdi), PdCI ( Partito dei Comunisti Italiani), SEL ( Sinistra Ecologia Liberta’) – Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Sindaci_di_Lodi

A questi signori, ovviamente con responsabilità diverse, dovete questi “ successi “.

Rilevazione ( anno 2016) Sole24 Ore relativa alla vivibilità delle città italiane:

Lodi e Provincia hanno perso 10 posizioni ( 72esimo posto).

La Città si piazza al 106esimo posto per quanto riguarda Cultura/ Tempo Libero / Partecipazione, precedendo Ogliastra ( 107), Vibo Valentia ( 108), Medio Campidano ( 109), Crotone ( 110).

Demografia/ Famiglia/ Integrazione: all’82esimo, sempre in fondo alla classifica del Sole24 Ore. Niente male per una Città i cui amministratori hanno sempre sbandierato ai quattro venti successi nel campo del Welfare.

Lodi figura al nono posto nella speciale classifica delle Città italiane più inquinate. I dati raccolti da Lega Ambiente si riferiscono al 2016 e sottolineano la criticità di una situazione che è andata peggiorando nel corso degli anni e che le amministrazioni di centro sinistra non sono state in grado di affrontare. Le centraline poste in Città hanno registrato un superamento della soglia consentita per ben 90 giorni nel corso dell’ultimo anno. Maglia nera alla centralina di Via Vignati.

I Cittadini di Lodi salgono sul podio ( terzo posto) per indebitamento pro capite nei confronti di banche e istituti finanziari.

E se facessimo loro cambiare gioco?

( A. M.)

Con tag Lodi

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: