Eurostat: E-commerce in Ue vale 17% ricavi imprese, in Italia il 9%

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Eurostat: E-commerce in Ue vale 17% ricavi imprese, in Italia il 9%

Nel 2014 le imprese dell'Ue hanno realizzato il 17% del fatturato con vendite e-commerce ad altre aziende o direttamente ai consumatori, contro la quota del 12% del 2008. Lo riferisce Eurostat. Come negli anni precedenti, le imprese europee sono state più attive negli acquisti online rispetto alle vendite, con il 40% che ha utilizzato il canale web per comprare e il 19% che ha effettuato vendite elettroniche nel corso del 2014. Solo l'8% delle imprese ha venduto online in un altro Stato membro Ue differente dal proprio e il 5% in Paesi terzi.

Per fatturato generato dall'e-commerce, l'Irlanda è lo Stato membro che ha registrato la quota più elevata (37% del fatturato totale delle imprese), davanti a Repubblica ceca (30%), Slovacchia, Finlandia e Regno Unito (tutti 21%). All'estremità opposta della scala, una quota limitata del fatturato è stato originato dalle vendite online di imprese situate in Grecia (1%), Bulgaria (5%), Cipro (6%) e Romania (8%). In Italia In Italia, il numero di impres acquirenti online è al 38%, quello dei venditori inferiore alla media Ue e pari al 10%. La quota di fatturato delle imprese italiane generato con l'e-commerce è pari al 9%.

https://it.finance.yahoo.com/notizie/eurostat-e-commerce-ue-vale-17-ricavi-imprese-180001819.html

Bruxelles (Belgio),(LaPresse)

Commenta il post