Di nuovo illibate grazie al web, anche in Svizzera è tendenza

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

L’imene usa e getta si può comprare online. E le svizzere che lo fanno sono sempre di più
L’imene usa e getta si può comprare online. E le svizzere che lo fanno sono sempre di più

Una "nuova tecnologia" che "permette la sorprendente capacità di diventare di nuovo vergine", il tutto per poco meno di 30 franchi. È questa l’ultima trovata del web per restituire l’illibatezza a ragazze magari in procinto di sposalizio.

Si applica poco prima del rapporto - Come funziona? Basta applicare il prodotto, una cuticola di cellulosa contenente del sangue liofilizzato, un’ora circa prima dell’amplesso. Il risultato, garantiscono i creatori, è "assolutamente naturale". Sono diversi gli shop online in cui è possibile acquistare nel più completo anonimato gli imeni usa-e-getta, fra questi spiccano la tedesca Viriginia Care e l’internazionale Hymen Shop che ha una versione del suo sito pure in (claudicante) italiano.

Per alcune è una salvezza - "Il vostro prodotto mi ha salvato la vita", scrive una cliente particolarmente soddisfatta nella sezione commenti della home page di Virginia Care. "Siamo felici di aiutare ragazze e donne che sono spaventate a morte dall’esito del proprio matrimonio. Per alcune si tratta di situazioni veramente difficili", ha spiegato a 20 minuten Wannisa Srikanjanasuan boss dell’azienda tedesca leader di un settore in espansione.

Diverse sfumature di rosso - "Offriamo anche diverse tonalità di rosso per il sangue", continua, "una variante più scura — se la 'prova' la devono avere anche i parenti — e una più chiara se il fatto che la sposa sia illibata, invece, interessa di più allo sposo". Quella di (ri)comprarsi la verginità online è una pratica conosciuta anche alle nostre latitudini: "Abbiamo clienti anche in Svizzera», spiega Srikanjanasuan, «inviamo da cinque a dieci pacchetti ogni mese. È una tendenza in netta crescita".

Articolo di ZAF

http://www.tio.ch/News/Svizzera/Cronaca/1061313/Di-nuovo-illibate-grazie-al-web-anche-in-Svizzera-e-tendenza