USA: Senato, approvato il decreto cyber-sicurezza

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

USA: Senato, approvato il decreto cyber-sicurezza

Il Senato degli Stati Uniti martedi' ha approvato il decreto cyber-sicurezza. Come promesso nei giorni scorsi dal leader della maggioranza repubblicana che tiene in scacco le due camere del Congresso americano, la controversa norma per la cyber-sicurezza nota come Cybersecurity Information Sharing Act (CISA) è stata approvata con uno schiacciante voto favorevole bipartisan.

La norma non è ancora legge, e prima che il presidente Barack Obama (che supporta l'iniziativa) abbia modo di firmarla gli oppositori promettono di dare battaglia fino all'ultimo.

Incarnazione "rinnovata" di una proposta di legge precedente affossata dalle reazioni di pubblico e attivisti (CISPA), CISA garantisce in sostanza l'immunità legale alle aziende tecnologiche in caso di "indicatori di cyber-minaccia": i colossi IT dovranno condividere i dati dei loro utenti con il Departement of Homeland Security (DHS), e da qui i suddetti dati potranno facilmente viaggiare verso le altre agenzie americane a tre lettere - National Security Agency (NSA) inclusa.CISA è stata pensata per migliorare la cyber-sicurezza e la collaborazione tra pubblico e privato nel contrasto al crimine informatico, un principio lodevole che in pratica non garantisce sufficienti tutele alla privacy degli utenti dei summenzionati colossi IT: tutti gli emendamenti pensati per migliorare CISA in tal senso sono stati respinti, e qualora la legge venisse approvata in via definitiva l'intelligence avrebbe a disposizione un canale di accesso ai dati personali perfettamente legale e con ben poche restrizioni.L'anni scorso per prima volta passa in commissione al Senato americano una proposta di legge che renderebbe immuni le aziende che raccolgono informazioni sugli utenti internet e le passano al governo senza un mandato e al di fuori di ogni garanzia di legge: è la brutta copia della legge Cispa dell'anno scorso (Cyber Intelligence Sharing and Protection Act).Con l'obiettivo di riparare (male e in parte) alle denunce dell'ex consulente informatico per il governo Usa Edward Snowden sull'illegale bulimia informativa della National Security Agency (Nsa), la "Commissione Intelligence" del Senato americano ha approvato la versione 2014 del Cybersecurity Information Sharing Act, legge che replica la fallita CISPA (Cyber Intelligence Sharing and Protection Act) su cui Obama all'epoca aveva preannunciato il veto. La proposta di legge, secondo i due relatori Dianne Feinstein e Saxby Chambills, potrebbe essere approvata prima della pausa estiva.La politica di Capitol Hill ha approvato la controversa legge per la cyber-sicurezza, anche se in realtà la nuova norma rafforza solo il tecnocontrollo dell'intelligence. La battaglia non è ancora finita, promettono gli oppositori.

http://italian.irib.ir/analisi/commenti/item/203081