Per amor vostro - La recensione di Sara Michelucci

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Per amor vostro - La recensione di Sara Michelucci

Anna è ‘na cosa e niente’. La sua vita lo è. Il modo in cui ha iniziato a considerare i sentimenti e le passioni lo è. Anna Ruotolo, interpretata magistralmente da Valeria Golino, che si è aggiudicata anche la Coppa Volpi, è la protagonista del nuovo film di Giuseppe Gaudino, Per amor vostro.
In una Napoli sempre più degradata, Anna vive con i suoi demoni, reali e immaginari. Ha tre figli, di cui uno sordomuto, che ama alla follia e per cui farebbe tutto. Anche accettare un marito violento e che la umilia giorno dopo giorno. Anche far finta di non sapere la vera occupazione del padre dei suoi figli, il quale a strozzo presta soldi alla povera gente.

Ma Anna va avanti. È apprezzata nel suo lavoro di suggeritrice in uno studio televisivo. Ed è lì che si innamora di Migliaccio e crede, finalmente, di poter riscoprire l’amore.
Gaudino usa il bianco e nero per raccontare la cronaca di una vita senza colore e senza pretese. Ma poi alterna questo stile ‘retrò’ a inserzioni musicali, immagini disegnate e ‘mostri’, facendo risuonare le parole dell’incipit dell’Inferno dantesco.
Realtà e immaginazione si mischiano, si alternano, con immagini che dal realismo delle vie di Napoli si scontrano con quelle surreali di un sottosuolo fatto di demoni e anime dannate.
Uno stile che certamente mette a segno un lavoro ben fatto e che colpisce, risultando originale, anche se in certe parti, probabilmente, si spinge un po’ troppo oltre.
Fonte: www.altrenotizie.org
Per amor vostro (Francia, Italia 2015)
REGIA: Giuseppe M. Gaudino
SCENEGGIATURA: Giuseppe M. Gaudino, Isabella Sandri, Lina Sarti
ATTORI: Valeria Golino, Massimiliano Gallo, Adriano Giannini
PRODUZIONE: Buena Onda, Eskimo, Figli del Bronx, Gaudri, Bea Production Company, Minerva Pictures Group, con Rai Cinema
DISTRIBUZIONE: Officine UBU