La farsa della NASA e la riscoperta dell′acqua su Marte

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

a sx foto vera, a dx immagine manipolata da Nasa per far credere che non ci siano le condizioni di vita su Marte

La farsa della NASA e la riscoperta dell'acqua su Marte

Attilio Folliero

Vedasi anche:
- Immagini NASA, presenti in rete, riguardanti la vita su Marte: Alberi, acqua e vita in generale;
- Marte è come la terra. La prova definitiva (Video programma in spagnolo di Jose Luis Camacho)
- Sulle fasce di Van Allen (in spagnolo): "L'uomo non è mai andato sulla Luna - Parte 1"
Mentire è manipolare, veritare è rivoluzionare
Tutti i media del mondo hanno riportato la notizia dell'annuncio della NASA:  su Marte c'è acqua! Inoltre, d'estate su Marte le temperature arrivano fino a 23 gradi ed oltre, ossia sono temperature miti. Ciò è vero, ma è tutta una farsa, considerando che lo stesso annuncio era stato fatto dalla NASA ben 9 anni fa e riguardavo la scoperta di acqua sempre nello stesso posto di Marte, mostrando le stesse immagini riproposte oggi! Il 6 dicembre del 2006 la NASA annunciava: "NASA Images Suggest Water Still Flows in Brief Spurts on Mars", tradotto suona più o meno: "Immagini NASA suggeriscono che l'acqua scorre su Marte".
Tutti i media ufficiali, tutti al servizio della classe dominante (per la semplice ragione che sono di proprietà delle varie oligarchie nazionali) hanno diffuso con grande enfasi la farsa dell'annuncio odierno.

La NASA manipola tutte le informazioni di cui dispone e sicuramente la manipolazione più grande (assieme ai falsi viaggi alla Luna) riguarda proprio il pianeta Marte, che continua a chiamare "Pianeta rosso", quando in realtà è azzurro, molto simile alla Terra, con cieli azzurri, abbondanti riserve di acqua, foreste e possibilmente anche vita animale; è possibile che ci sia anche ossigeno. Tra l'altro la stessa NASA, nella persona del suo Amministratore, Charles Bolden, non molto tempo fa, ad ottobre del 2014, aveva ammesso: Marte era abitato da forme di vita extraterrestri”. Molte foto della NASA mostrano quello che sembrano costruzioni, resti di una antica civiltà. Le uniche differenze tra Marte e la Terra potrebbero essere la pressione atmosferica e la gravità.
L'acqua su Marte è abbondante, molto più abbondante di quello che vogliono farci credere, con tantissimi laghi e le prove sono tutte nelle immagini diffuse nel corso degli anni dalla stessa NASA (Vedasi videoprogramma di Jose Luis Camacho "Marte è come la terra. La prova definitiva").
Frammento da "Marte è come la Terra" con la vera faccia di Marte, con cieli azzurri (e non rossi)
Inoltre, su Marte c'è una temperatura mite (23 gradi), come hanno annunciato adesso e non può essere differentemente: l'acqua, abbondantemente presente in Marte non potrebbe esistere allo stato liquido, dato che a 0 gradi congela; quindi se esiste allo stato liquido le temperature sono miti.
L'annuncio odierno della NASA porta a numerose domande inquietanti: Perché proprio adesso? Sta cercando nuovi fondi? Necessita soldi per accelerare le ricerche su Marte perché aumentano i problemi sulla Terra? Ricordiamo che esiste un rapporto dell'ONU ed esattamente della Organizzazione Meteorologica Mondiale per il quale il cambiamento climatico in atto comporta per l'umanità rischi immediati e molto più gravi di quanto immaginato fino ad ora. 
Congiuntamente all'annuncio della presenza di acqua su Marte si parla anche di possibili viaggi verso il gemello della Terra (Marte è il vero pianeta gemello della Terra). Ma c'è un problema di cui la NASA continua a nascondere la verità o a dirla a metà: attorno al pianeta Terra (ed a tutti i pianeti con campo magnetico) ci sono quelle che vengono chiamate le Fasce di Van Allen, che sono sostanzialmente due: la prima va dai 1.000 chilometri dalla superficie della Terra fino a 6.000 Km; l'altra si estende da un'altitudine di 10.000 Km a 65.000. Queste fasce, che proteggono il pianeta, sono altamente radioattive, con energia che arriva fino ai 400 milioni di volt. Per aver un termine di paragone, le energie sviluppate dall'uranio 235 all'interno di una centrale nucleare arriva a 211 milioni di volt. Ciò significa che nell'attraversarle l'uomo verrebbe letteralmente fritto. Motivo principale per cui l'uomo non è mai uscito dall'atmosfera terrestre e non è mai andato sulla Luna (Vedasi mio articolo, in spagnolo: "L'uomo non è mai andato sulla Luna - Parte 1").
Dunque, che cerca la NASA con questo annuncio? Soldi per progetti inerenti lo sviluppo di tecnologie che proteggano l'uomo da queste radiazioni durante i viaggi spaziali, in particolare nell'attraversamento delle Fasce di van Allen? Perché manipola la NASA?