Il corallo sta morendo: allarme degli scienziati

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

Corallo nel Biscayne National Park, Florida ( USA). Foto di John Brooks [Public domain], attraverso Wikimedia Commons
Corallo nel Biscayne National Park, Florida ( USA). Foto di John Brooks [Public domain], attraverso Wikimedia Commons

“Gli oceani del mondo stanno affrontando la più grande moria di corallo nella storia”. L’allarme arriva attraverso il britannico «The Guardian» con le parole del professor Mark Eakin, coordinatore del programma americano US National Oceanic and Atmospheric Administration Coral Reef Watch, che denuncia il massiccio sbiancamento dei coralli a causa di un persistente e intenso riscaldamento delle acque sottomarine. Un fenomeno manifestatosi in particolare dal 2014 e, secondo gli scienziati, conseguenza dei cambiamenti climatici: il corallo di tutti gli oceani starebbe perdendo progressivamente brillantezza, evidenziando un danno che entro il 2015 colpirà il 38% delle barriere coralline del mondo, provocando la morte e la scomparsa definitiva di circa il 5% degli esemplari che le abitano.

Entro il 2016 potremmo perciò assistere a quello che appare come un vero cataclisma naturale, una moria che supererà per gravità gli altri due picchi di sbiancamento globale del corallo del 1998 e del 2010. Ed è un pessimo segnale per il Pianeta, poiché il benessere dei coralli è una cartina al Tornasole della salute dei mari.

Secondo un altro studioso interpellato dal quotidiano inglese, Ove Hoegh-Guldberg, direttore del Global Change Institute, nel 2016 potrà avvenire addirittura la morte del 16% dei coralli dell’Oceano pacifico. Una perdita che si aggiunge a quelle patite dall’inizio degli anni ’80, da quando cioè sarebbe venuta meno circa la metà delle sue barriere coralline. In un processo che potrebbe concludersi con l’estinzione delle stesse entro la metà di questo secolo, se le temperature globali continueranno a salire con questi ritmi. I delegati che si riuniranno a Cop21 in dicembre a Parigi sono avvisati.

http://www.valori.it/internazionale/moria-di-corallo-10038.html

Commenta il post